"Fra i sensi l'Occidente ha privilegiato la vista, da cui è partito per la sua geometrizzazione dell'esperienza, e ha così svalutato altre sensazioni (auditive, olfattive, tattili, eccetera). È contro tale guasto, o squilibrio, nell'ecologia della se ...Continua
Cesare Gallotti
Ha scritto il 16/01/20
Dl 1933. Ho letto l'edizione Bompiani del 1982. Libro strano che non mi è piaciuto molto per il carattere pretestuoso di alcune argomentazioni. Però... chi si immaginava un Giappone ombroso e un po' sporco? Con le donne che si colorano i denti di ner...Continua
Marianna.
Ha scritto il 15/11/19
L’ombra come valore estetico nell’antico Giappone “V’è, forse, in noi Orientali, un’inclinazione ad accettare i limiti, e le circostanze, della vita. Ci rassegniamo all’ombra, così com’è, e senza repulsione. La luce è fievole? Lasciamo che le tenebre...Continua
Ariano Geta
Ha scritto il 19/09/19
Un saggio "futile", come ammette lo stesso Tanizaki, che però si legge non solo per il piacere di gustare la sua prosa sempre raffinata. Un elogio della penombra su cui riflettere, in un mondo come quello moderno in cui la luminosità ci ha tolto pers...Continua
Alessandro
Ha scritto il 07/03/19
Il gioco d’ombra sembra a volte gioco di finzione. L’ombra è un luogo di immaginazione, di raccolta e di meditazione. L’ombra si muove spessa soltanto alla luce fioca delle candele o dei lumi ad olio e filtrata più volte, di giorno, dalla morbidezza...Continua
Ccriss
Ha scritto il 10/04/18
Un piccolo capolavoro

Il Giappone davvero dall'interno. Un libro caldo e pieno di nostalgia per un Giappone che fu e che è pur rimasto in qualcosa di questo posto assolutamente favoloso e incredibilmente "altro" rispetto all'Occidente.


al3sim
Ha scritto il Mar 20, 2018, 00:09
“Vorrei che non si spegnesse anche il ricordo del mondo d’ombra che abbiamo lasciato alle spalle; mi piacerebbe abbassare le gronde, offuscare i colori delle pareti, ricacciare nel buio gli oggetti troppi vistosi, spogliare di ogni ornamento superflu...Continua
PoBu
Ha scritto il Jun 21, 2011, 06:07
Quanti autori di haiku devono aver trovato, alla latrina, il tema dei loro versi !
Pag. 10
PoBu
Ha scritto il Jun 21, 2011, 06:06
Tra i sommi piaceri dell'esistenza Natsume Soseki annoverava le evacuazioni mattutine
Pag. 10
Barbara
Ha scritto il Aug 31, 2010, 22:00
Mi si potrebbe obbiettare che un simile colorito non esiste nella realtà; che è un'illusione effimera, legata ai giochi di luce e dell'ombra. Che importa? A noi piace così. Non c'è dato di sperare niente di più, o di diverso.
Pag. 74
TaLula
Ha scritto il Jul 10, 2009, 15:36
Amo il legno laccato soprattutto quando tengo in mano una ciotola di brodo caldo. Ne amo il peso; ne amo il tepore. Così tenera è la sensazione, che mi sembra di sostenere il corpicino di un neonato. Non è un caso che la minestra si serva ancora nell...Continua
Pag. 33

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Mac
Ha scritto il Aug 18, 2018, 21:52
1a lettura: marzo 2010

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi