Lo spazio bianco

Voto medio di 1009
| 220 contributi totali di cui 213 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Maria ha superato da poco i quarant'anni, vive a Napoli, lavora come insegnante in una scuola serale e un giorno, al sesto mese appena di gravidanza, partorisce una bambina che viene subito ricoverata in terapia intensiva neonatale. Dietro l'oblò del ...Continua
Michele
Ha scritto il 22/02/19
Sopravvalutato
Una cascata dei soliti luoghi comuni su Napoli: scippatori e spacciatori, degrado... personaggi mal delineati (se non proprio insulsi, e inutili alla narrazione, come il dotttorino), una mancanza di partecipazione della madre che appare gelida oltre...Continua
Cento_book
Ha scritto il 03/02/19
Lo spazio bianco è il primo romanzo di Valeria Parrella, in cui protagonisti sono Maria, una quarantenne che insegna italiano in una scuola serale e sua figlia Irene. Sua figlia Irene ha lottato con la vita, Maria segue ogni attimo, passo, respiro, d...Continua
Livorno58
Ha scritto il 01/10/18

Mi è piaciuto ed ho capito perché la Parrella è considerata una scrittrice con la S maiuscola. Ero un po' diffidente avendo letto l'argomento trattato, a invece è stata una piacevole sorpresa, non così triste come si potrebbe pensare.

Gaglioz
Ha scritto il 15/06/18
La tematica indubbiamente è interessante e ricca, a partire dagli argomenti principali (la maternità tardiva e imprevista, l'abbandono da parte del partner irresponsabile, il parto prematuro e la vita non ancora pronta a staccarsi dal corpo materno)...Continua
lasegnalibri
Ha scritto il 11/03/17
LO SPAZIO BIANCO....LEI LO SA?
Un’attesa tutta femminile di una quasi madre che attende la quasi figlia..in uno spazio che non è ancora morte, ma nemmeno si può definire vita, per entrambe. Cinquanta lunghi giorni, raccontati in, non più di, cento pagine, in cui una primipara “att...Continua

cloudbuster
Ha scritto il Jun 13, 2010, 11:17
-- Io non lo sto proponendo a te, lo sto proponendo a tutti, e non per voi genitori ma per le vostre creature. Se lo facciamo è perché le statistiche ci dicono che serve, che aiuta. -- E così poi ci finiamo noi anche nelle statistiche, giusto? -- E s...Continua
Pag. 56
cloudbuster
Ha scritto il Jun 13, 2010, 11:10
Vivere la giornata, sperare nel futuro. Per me era impossibile, non avevo pratica.
Pag. 48
Furettocurioso
Ha scritto il Jan 30, 2010, 10:29
Non sono buona ad aspettare. Aspettare senza sapere è stata la più grande incapacità della mia vita. Nell'attesa ho avuto lo spazio per costruire enormi impalcature di significato, e dieci minuti dopo farle crollare, per mia stessa mano. Poi riprende...Continua
grammancino
Ha scritto il Oct 24, 2008, 09:51
Pensai e feci due passi, poteva riattaccare con un <<adesso>>. - Professoré.- Sto pensando.- Io devo scrivere altre due pagine, al presente, che è un presente nuovo.- Ho capito.Guardai l'orologio e maledissi i perfezionisti di cinquantas...Continua
Pag. 112
grammancino
Ha scritto il Oct 24, 2008, 09:46
Allora mi avvicinai e guardai sul banco, capii che aveva già scritto molto e con poche cancellature.- Ho un problema.Io dissi di sì con la testa, come un prete al confessionale.- Mi sono bloccato.- Cosa vuol dire?- Vorrei andare avanti.- Mettici un f...Continua
Pag. 111

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Cristina & Vittorio
Ha scritto il Dec 07, 2018, 13:35

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi