Il Pm Imma Tataranni non sopporta le chiacchiere, l'intuito femminile e il punto G. Un po' Giovanna d'Arco, molto don Chisciotte, si aggira per la Basilicata in tacco dodici, intemperante piú che mai, indagando su un caso che potrebbe far tremare il ...Continua
Layura
Ha scritto il 24/07/19

Torna Imma Tataranni, in questo secondo romanzo un po' meno "cazzuta" ma sempre piacevole da seguire nelle sue indagini

Milena
Ha scritto il 24/02/16
Migliora con il secondo
Dopo "Come piante tra i sassi", la Venezia rilancia con questo secondo romanzo. Tanto il primo era confuso e con una trama a singhiozzo, tanto il secondo scorre veloce come un treno. Sarà che da lucana mi sono emozionata nel leggere la descrizione de...Continua
Mario C. Borghi
Ha scritto il 23/03/15
Praticamente illeggibile
Quando si decide di scrivere un giallo, un noir o un poliziesco, se proprio non se ne può fare a meno, sarebbe buona regola - oltre che dare vita a una trama onesta e avvincente - quanto meno documentarsi sulle norme giuridiche, almeno quelle di base...Continua
Cesare Gallotti
Ha scritto il 25/01/15
Del 2013. Ci sono personaggi che non entrano nel cuore, come questa Tataranni: sciocca con il giovane poliziotto, inutile con la figlia, disattenta professionalmente (ma mia moglie l'ha trovata divertente). Ed è un peccato, perché alcune riflessioni...Continua
Francesco
Ha scritto il 05/08/14

Bello. Mi piace come scrive l'autrice e mi piace il personaggio della protagonista. Una persona molto ben caratterizzata e molto realistica. I posti dove è ambientato il racconto, poi, li conosco bene e mi è facile immaginare.


Ecografista
Ha scritto il May 09, 2013, 07:44
La privacy. Ancora. Mentre tutti i valori validi fino a poco tempo prima, il lavoro, l'onestà, la solidarietà, l'impegno, se ne andavano allegramente a quel paese, per non parlare di eroismo e abnegazione che erano stati fatti fuori più di un secolo...Continua
Pag. 111
Ecografista
Ha scritto il May 09, 2013, 07:43
Il maltempo incombeva sulla Basentana. Grossi nuvoloni scuri sovrastavano i campi ancora calvi, in un dispiegarsi elegantissimo di grigi e marroni con qualche tocco di verde, combinati in nuances talmente raffinate che uno stilista, gay o etero che f...Continua
Pag. 101
Ecografista
Ha scritto il May 09, 2013, 07:41
La Basilicata era davvero arretrata, lo capiva solo adesso. Le macchne si fermavano ancora alle strisce pedonali.
Pag. 91
Ecografista
Ha scritto il May 09, 2013, 07:37
Erano le quattro meno un quarto. L’ora delle mamme. Si avventavano nel traffico con cattiveria, strombazzando, lampeggiando, carogne, sorpassando da destra e da sinistra, tagliando la strada, sporgendo il medio dal finestrino, implacabili e determina...Continua
Pag. 76

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Apr 20, 2016, 14:02
853.92 VEN 17041 Letteratura Italiana

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi