Memnoch il diavolo

Voto medio di 1300
| 109 contributi totali di cui 107 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
New York, inverno. Il vampiro Lestat è sulle tracce di Dora, la bella e carismatica figlia di un boss che lui ha ucciso. Combattuto tra l'istinto vampiresco e un forte slancio d'amore per la ragazza, Lestat si confronta con gli avversari più pericolo ...Continua
Cyborg17
Ha scritto il 29/04/15
no e anche no!

No questo è un vero scivolone per la rice! il peggiore libro delle cronache dei vampiri, lento, noioso e scialbo!

Jo
Ha scritto il 08/02/15

In questo capitolo della saga, il mondo dei vampiri viene messo un tantino in disparte per dare spazio ad una rivisitazione della mitologia cristiana.
Un punto di vista originale e sorprendente in un testo dal grande fascino.

Oriana Fellatio
Ha scritto il 03/02/15
Santa Lestat
Tremebondo come Valerio Scanu davanti alla minchia di Siffredi nell'Isola dei Famosi, Lestat ritorna per l'ultima volta ad assecondare il delirio mistico della sua creatrice. Risultato: un guazzabuglio kitsch che sembra più anticipare le future opere...Continua
Wonderfra78
Ha scritto il 08/01/14
La prima parte racconta di una caccia all'uomo diversa dalle solite per Lestat e per me la Rice avrebbe dovuto mantenersi su questo filone, perchè quando spiega la sua teologia risulta pesante, noiosa e ancvhe un po' fastidiosa. In più, non ho capito...Continua
Flavio Firmo
Ha scritto il 20/09/13
Questo libro mi ha lasciato perplesso, per un paio di volte sono stato tentato dal lasciarlo al suo destino, ma alla fine sono arrivato all'ultima pagina. La prima parte è la caccia del vampiro alla sua preda e non mi ha dato grandi emozioni, abbasta...Continua

Shari
Ha scritto il Aug 31, 2009, 07:44
Io non piaccio a me stesso, capisci. Mi voglio bene, naturalmente, sarò devoto a me stesso sino alla fine dei miei giorni. Ma non mi piaccio.
Pag. 199
Shari
Ha scritto il Aug 25, 2009, 11:53
Sapete cosa penso del piangere? Penso che alcune persone sono costrette a imparare come si fa. Però, una volta che l'hai imparato, una volta che sai davvero piangere, non c'è niente di meglio. Mi spiace per coloro che non conoscono il trucco.
Pag. 166

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi