Memorie del Mediterraneo

Preistoria e antichità

Voto medio di 58
| 24 contributi totali di cui 6 recensioni , 18 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Un'opera di grande valore culturale che spazia tra memoria, costume, ambienteper restituirci una visione complessiva del Mediterraneo come luogo unicosulla Terra. Braudel (1902-1985) è stato uno tra i maggiori storici francesi.La sua fama &egr ...Continua
Ggala
Ha scritto il 03/04/16
Un gran gran libro, anche se scritto bel 1969. La poesia e l'acume di Braudel nel descrivere la.nascita della civiltà nel Mediterraneo sono uniche. Ne consiglierei la lettura estiva in tutte le scuole. Peccato che non ci sia stata occasione di svilup...Continua
Donatella Migliaccio
Ha scritto il 15/10/13

http://donatellamigliaccio.com/2013/10/15/memorie-del-mediterraneo-di-fernand-braudel/

Alberto5808
Ha scritto il 02/01/11

notevole, leggendo questo libro ho la sensazione di viaggiare con l'autore per migliaia di anni intorno al mediterraneo in compagnia di fenici, greci, romani ecc.

scarpetta
Ha scritto il 10/04/10

Forse il più grande libro di storia mai scritto.

Il signor G.
Ha scritto il 05/03/10
SPOILER ALERT

Storia delleciviltà che hanno ruotato intorno al Mediterraneo e il ruolo che il mare ha avutocome freno o come spinta, come luogo comune per il diffondersi di culture, commerci, guerre e alleanze.


kappi
Ha scritto il Jul 25, 2011, 19:58
Sarebbe difficile applicare anche alla letteratura il giudizio sull'arte di R. Bianchi Bandinelli, e valorizzare il secolo di Traiano. Ai nomi gloriosi dell'epoca di Augusto si dovrebbero quindi preferire i letterati del secolo successivo: Quintilian...Continua
Pag. 375
kappi
Ha scritto il Jul 25, 2011, 19:55
La parola Italia - termine geografico, che originariamente designava l'attuale Calabria e la cui accezione si era in seguito estesa a tutta l'Italia meridionale - ben presto indicherà l'intera penisola. Anche le parole hanno il loro imperialismo.
Pag. 334
kappi
Ha scritto il Jul 25, 2011, 19:54
Nessuno potrebbe negare il fatto che una società si dimostra negligente nel mettere a punto e adottare tecniche (anche nel caso che le conosca già) quando non ne ha bisogno. Questo è il nocciolo della questione.
Pag. 325
kappi
Ha scritto il Jul 25, 2011, 19:53
Secondo ogni probabilità, la nascita della scienza mette in causa anche una società, e una tecnica. La società egizia era la società dei grandi imperi e dell'età del bronzo. La scienza greca, quella delle città e dell'età del ferro.
Pag. 312
kappi
Ha scritto il Jul 25, 2011, 19:52
I paradisi in terra, sempre rudimentali, non sono mai aperti a tutti.
Pag. 295

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi