Miriam delle cose perdute

di | Editore: Rizzoli
Voto medio di 69
| 40 contributi totali di cui 25 recensioni , 15 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
La Miriam del titolo è Maria bambina, destinata a diventare la mamma di Gesù ma ancora ignara, ed è lei stessa a raccontare la propria storia fino all'evento che le cambierà la vita. I giochi scatenati di una bambina ribelle ai ruoli prefigurati, i d ...Continua
Padmin
Wrote 11/18/13
Finalmente un libro per ragazzi un po' fuori dai soliti schemi. Sommersi come siamo dal fantasy in tutte le salse, la rilettura dei Vangeli -anche apocrifi- va salutato come un notevole atto di coraggio, se non audacia bell'e buona. Una sfida antitel...Continua
Charlie
Wrote 10/10/13
Il linguaggio semplice e il ritmo pacato aiutano a entrare nel libro con leggerezza ma poi, andando avanti, si resta sempre più coinvolti nelle vicende e ci si affeziona a questa ragazzina così coraggiosa e timorosa insieme, curiosa e desiderosa di q...Continua
Auryn
Wrote 1/28/13
http://aurynkk.iobloggo.com/130/la-buona-novella/&cid=288876 --- Ci sono libri che, senza una particolare ragione, non ci ispirano per niente. A me capitava con "Miriam delle cose perdute", di Marta Barone: era almeno un anno che, passando in bibliot...Continua
Nannilo
Wrote 6/30/11
4 e mezzo!
Da non credente ho apprezzato molto questo libro. Sarà l'adorazione che ho per le storie raccontate da bambini/adolescenti, ma mi ha fatto apprezzare un personaggio che sì, ovviamente conosco, ma vederlo sotto questa luce è stato un modo per scoprirl...Continua
fra
Wrote 3/1/11

Questo libro non viene voglia di metterlo via per ripercorrerne ancora le parole, così suggestive ed efficaci.
La storia di Maria come non avrei immaginato di leggere.


Maristella
Wrote Jan 29, 2009, 00:34
<<Anche se a volte sarebbe meraviglioso essere umano.>> La sua voce si arrochì. <<Avere carne, sangue e possibilità... poter amare una donna senza diventare un cane agli occhi di Dio. Mangiare il cibo della terra e bere acqua dei ru...Continua
Pag. 375
Maristella
Wrote Jan 29, 2009, 00:28
<<Mamma...>> Il modo in cui lo disse mi spezzò il cuore dalla commozione. Un giorno mi avrebbe chiamata così. Un giorno l'avrei cullato e avrei baciato quelle labbra morbide e l'avrei sgridato quando avesse combinato qualche disastro.
Pag. 367
Maristella
Wrote Jan 28, 2009, 23:24
Era così complicato, crederci, innanzitutto. Non ci riuscivo proprio. Credevo di conoscere il mio destino, anche se vedevo già il mio lavoro eterno di cardatrice di lana e il mio mondo immutabile negli anni e nella crescita. Ora tutto veniva sconvolt...Continua
Pag. 278
Maristella
Wrote Jan 28, 2009, 00:36
Fu al deposito che la mia paura della morte, mai completamente vinta, smise di essere tale e divenne accettazione. Così era, punto e basta. Un uomo nasce, cresce, si sposa, procrea, invecchia e poi muore, e tutto quello che c'è in mezzo, dolori, lutt...Continua
Pag. 180
Maristella
Wrote Jan 27, 2009, 23:46
Le sfilacciate nuvole blu si stavano diradando. Ampi squarci blu cobalto sembravano sorridermi.
A volte crescere è meraviglioso.
Pag. 132

- TIPS -
No element found
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
No element found
Add the first note!

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add