Niente, più niente al mondo

di | Editore: E/O
Voto medio di 852
| 140 contributi totali di cui 137 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il racconto teso e vibrante di una "quotidiana" tragedia familiare. Sullosfondo la Torino dei quartieri operai che operai non sono più. L'arrivo e ladifficoltà di convivenza con gli extracomunitari. La mancanza di lavoro. Lato ...Continua
carlottam
Ha scritto il 27/11/18
Dolore
Ho affrontato questa lettura attirata dal titolo e perché non avevo mai letto nulla di Massimo Carlotto. Poche pagine che trasudano realtà, squallore, solitudine e dolore. La voce narrante è quella di una donna di mezza età che vive un’esistenza inut...Continua
Luca Barbanti1992
Ha scritto il 27/04/17
null

Asciutto, lineare e spietato questo racconto che narra lo squarcio esasperato di una famiglia piemontese e le frustrazioni di una madre con aspettative e sogni di vite parallele, non male la mia prima volta con Carlotto

Angebet
Ha scritto il 06/03/17
Ingredienti: un’arancia meccanica familiare e minimalista, un piccolo mondo moderno fatto di sacrifici-consumismo-televisione-isolamento, uno stato assente e una società alterata, un naufragio finale dovuto a ignoranza e frustrazioni. Consigliato: ag...Continua
Sleasia
Ha scritto il 30/10/16
L’idea che se ne ha di primo acchito è: ma perché non sono a teatro? Credo che, per come è scritto, una performance gli renda maggior giustizia di una semplice lettura. Difficile comunque non rimanere angosciati nel leggerlo. Uno spaccato davvero tri...Continua
Rossocono
Ha scritto il 12/10/16
Una donna di 45 anni di cui non viene mai pronunciato il nome è sposata con Arturo, ex metalmeccanico ora impiegato in un magazzino dove, per prima cosa, ha dovuto strappare la tessera della CGIL. La donna deve fare le pulizie, ora, e vorrebbe che la...Continua

fran_ces
Ha scritto il Mar 23, 2011, 10:31
Arrivo! Ora apro! Smettete di battere, mi state facendo impazzire con tutto quel rumore. Arrivo, arrivo … una parola! Se solo riuscissi a muovere le gambe. Forza, ripòsati ancora un minuto, prendi fiato e vai ad aprire. Scusate per il disordine nel...Continua
Pag. 68
fran_ces
Ha scritto il Mar 23, 2011, 10:28
Alla televisione c’era un bel film ma mamma ha voluto guardare una delle sue menate. Parlavano di sogni nel cassetto. Mamma si è girata e mi ha detto di ascoltare. Una marea di parole stupide. Io non ho sogni come quelle galline. (…) Io non andrò mai...Continua
Pag. 65
fran_ces
Ha scritto il Mar 23, 2011, 10:28
Pensa solo ai soldi, e pretende che sia io a risolvere i suoi problemi. Vuole che vada a fare la cretina in televisione o che cerchi di accalappiare un uomo ricco. (…) Lei, invece, è terribile. Ogni giorno la solita musica. Prima la compativo, adess...Continua
Pag. 63

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi