Pochi inutili nascondigli

Voto medio di 2100
| 329 contributi totali di cui 305 recensioni , 21 citazioni , 2 immagini , 1 nota , 0 video
Sette racconti, sette storie, sette viaggi verso non si sa dove. Intorno a ognuno di noi, dentro a ognuno di noi, c’è sempre una parte oscura, un lato in ombra che la luce della ragione ha timore di illuminare per paura di ritrovarsi sconfitta. E in ...Continua
Sette orrori
Pubblicato da Baldini Castoldi Dalai, i Pochi inutili nascondigli del titolo sono sette racconti di Giorgio Faletti, ciascuno preceduto da una evocativa illustrazione di Paolo Fresu. Uno scrittore ed ex comico, Faletti, che da sempre deve confrontars...Continua
Thomas
Wrote 1/30/20
Bel libro, però...
In generale posso dire che è un bel libro: le storie raccontante si lasciano leggere senza problemi, specialmente grazie al collaudato stile di scrittura di Faletti. L’unica cosa che mi sento di dire è che, dopo aver letto il titolo sulla copertina,...Continua
TheBluE
Wrote 8/9/18

Un Faletti molto fantasioso. Non saprei in che altro modo definire questo libro. Una serie di racconti un po’ magici un po’ “assurdi “ come una gomma che cancella le cose, che tendono più verso l'horror che al thriller. Non mi ha convinto

Cleo
Wrote 2/18/18

Una raccolta di racconti brevi, belli inquietanti, in uno stile molto simile a quello di Richard Matheson. Bella lettura.

Filcoupè
Wrote 9/20/17
Non male
È sicuramente il libro di Faletti che ho preferito. In ogni racconto ci sono tracce, se non addirittura solchi, in cui magia, horror e soprannaturale si mischiano. Sono soluzioni che possono lasciare perplessi, ma a parte in un paio di racconti obiet...Continua

Sary
Wrote Jan 02, 2011, 12:42
Nessuno di loro lo avrebbe mai immaginato, perché lui era educato e certa gente scambia l'educazione per debolezza, la disponibilità per mancanza di carattere.
Pag. 195
Sary
Wrote Jan 02, 2011, 12:39
Talvolta il tempo non si limitava a essere galantuomo. Il tempo a volte addirittura regalava la vendetta. Questa era forse la consolazione che talvolta concedeva agli uomini per ripagarli di quel suo scorrere senza fine.
Pag. 250
Fengari
Wrote Jul 26, 2010, 11:07
Le parole scritte sono segni neri che camminano sul bianco, sono formiche messe in fila che procedono pagina dopo pagina verso un posto che nessuno conosce.
Pag. 11
Layura
Wrote Jul 13, 2009, 11:01
«Io me ne posso andare da qui quando voglio. Tu sei costretto a restarci.»
Pag. 173
Layura
Wrote Jul 13, 2009, 10:51
Era una donna con un viso piacevole ma che sembrava recare tracce di eterne lacrime, già piante o ancora da piangere.
Pag. 137

librisenzagloria...
Wrote Feb 10, 2020, 16:05

http://librisenzagloria.com/pochi-inutili-nascondigli-di-giorgio-faletti/
Zeno
Wrote Oct 24, 2018, 16:14
Copertina
Copertina
Mia copertina

Biblioteche...
Wrote Apr 22, 2016, 08:56
853.92 FAL 15046 Letteratura Italiana

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add