Racconti

La Biblioteca di Repubblica - Ottocento, 7

Voto medio di 214
| 34 contributi totali di cui 27 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Contiene: Una storia noiosa - Il reparto n. 6 - Il monaco nero - La casa col mezzanino - L'uomo nella fodera - La signora col cagnolino - La fidanzata

Lo stesso codice ISBN 9788889145067 è stato attribuito anche a "I tre moschettieri" di Ale
...Continua
Dani Mela
Ha scritto il 11/04/19
Per generazioni di lettori Chekhov ha significato e ancora significa il racconto della vita, dai suoi eventi minimi alle grandi svolte (riuscite o, più spesso, mancate): il tutto filtrato dalla sensibilità e dalla lucidità fuori dal comune di uno scr...Continua
Domenico Fina
Ha scritto il 19/11/16
Cechov, il grande non so
Due problemi danneggiano Cechov. Il primo problema è che i racconti di Cechov si possono leggere in vecchie traduzioni e Cechov non è mai vecchio, Cechov vivrà fino a quando ci saranno le betulle e forse di più e andrebbe ritradotto ogni venti-trent'...Continua
paos
Ha scritto il 28/02/15
--
l'edizione che sto leggendo è Rizzoli che però stranamente non ha codice Isbn... ogni racconto è un mondo compiuto, con personaggi colti nella loro essenza e nella loro tensione, straordinariamente definiti. Osservazione priva di giudizio, acuta desc...Continua
ElenaEffe
Ha scritto il 24/02/15
"La signora col cagnolino", il racconto perfetto. Molto belli anche "Il reparto n. 6" e "L'uomo nella fodera". Cechov ha una struggente sensibilità e svela con delicata comprensione le pene, gli sbagli, i difetti, le debolezze degli uomini. ...Continua
Vincenzobenvenuto
Ha scritto il 10/02/15
Parte di tutto: il reparto n.6.

Anton Cechov, “Il reparto n. 6″, (II/II) http://zon.it/anton-cechov-il-reparto-n-6%e2%80%b3-iiii/ via @Zerottonove


Bonadext
Ha scritto il Sep 03, 2015, 09:02
Non c'è nulla al mondo di più interessante e importante delle supreme manifestazioni dell'intelligenza umana. L'intelligenza è ciò che distingue l'uomo dagli animali, che rimanda alla sua origine divina e in un certo senso sostituisce l'immortalità,...Continua
Pag. 116
Letizia Ludmilla...
Ha scritto il Feb 14, 2012, 21:45
Egli era sempre apparso alle donne diverso da quello che era. Non era lui che amavano, ma un essere che si erano create nella loro immaginazione e avevano inseguito per tutta la vita. Poi, pur accorgendosi del loro errore, continuavano ad amarlo; e n...Continua
Pag. 302
Letizia Ludmilla...
Ha scritto il Feb 14, 2012, 21:36
- E l'immortalità? - Eh, lasciamo perdere! - Lei non ci crede, ma io si. Dostoevskij o Voltaire, non ricordo, sostiene che, se non ci fosse Dio, la gente lo inventerebbe. Io sono profondamente convinto che anche se l'immortalità non esiste, l'intelli...Continua
Pag. 129
Letizia Ludmilla...
Ha scritto il Feb 14, 2012, 14:31
"Oh, perché l'uomo non è immortale?" pensa. "A che servono i centri e le circonvoluzioni cerebrali, a che servono la vista, la parola, le sensazioni, il genio se tutto ciò è destinato a finire in polvere, raffreddarsi lentamente insieme alla crosta t...Continua
Pag. 120
Redqueen
Ha scritto il Mar 03, 2009, 13:52
A Oreanda si sedettero su una panchina non lontano dalla chiesa e guardarono il mare senza dir nulla. Si distingueva appena Jalta nella nebbia mattutina, sulla cima delle montagne c'erano delle nuvole bianche immobili. Le foglie degli alberi non si m...Continua
Pag. 287

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi