Racconti di Pietroburgo

Voto medio di 2251
| 174 contributi totali di cui 163 recensioni , 8 citazioni , 1 immagine , 2 note , 0 video
- Questo libro in questa edizione non ha ISBN - Le novelle raccolte sotto il titolo tradizionale "Racconti di Pietroburgo" furono in realtà pubblicate in epoche diverse: "La Prospettiva", "Il giornale di un pazzo", la prima versione de "Il ritratto" ...Continua
A.
Ha scritto il 16/08/19
[Da "Le memorie di un pazzo"] Pagina 177
13 novembre Su, adesso guardiamo: una scrittura abbastanza nitida. Comunque nella calligrafia c'è qualcosa di canino. Leggiamo: «Cara Fidèle! Non posso ancora abituarmi al tuo nome piccolo borghese. Come se proprio non potessero dartene uno meglio, n...Continua
Elena80
Ha scritto il 08/04/19

Follia e soprannaturale, un connubio eccellente! Gogol' è uno scrittore magistrale, come tutti i grandi nomi russi del resto.

Morgana
Ha scritto il 17/02/19
"Dio, che cos'è la nostra vita! Un eterno conflitto del sogno con la realtà!"
I racconti di Pietroburgo è il mio primo approccio con l'autore russo Gogol, scrittore e drammaturgo russo considerato uno dei maestri della letteratura russa. Questa raccolta di racconti, che comprende 5 racconti, venne pubblicata postuma unendo 3 r...Continua
kovalski
Ha scritto il 13/01/19

" la gente si immagina che il cervello si trovi nella testa; no ve': lo porta il vento dalle parti del mar caspio. "

Piego di Libri
Ha scritto il 31/12/18

Paolo Nori riaccende la luce sulla città fondata da Pietro il Grande e sui cinque racconti definiti "comici e stellari" da Vladimir Nabokov...
http://www.piegodilibri.it/recensioni/racconti-di-pietroburgo-nikolaj-gogol/


Edoardo
Ha scritto il Jan 20, 2012, 20:58
I sogni diventarono infine tutta la sua vita e da allora la sua esistenza prese uno strano andamento: si può dire che dormisse quand’era sveglio e vivesse quando dormiva.
Pag. 21
Sylvia
Ha scritto il Feb 13, 2009, 16:13
Ma questo sorriso era pieno di una certa triste impudenza: esso era così strano e così poco conveniva al volto di lei quanto poco un'espressione di religiosa divozione al ceffo d'un concussionario, o un libro di conti a un poeta.
Pag. 131
Sylvia
Ha scritto il Feb 13, 2009, 16:11
...che cosa è la nostra vita! Una perenne zuffa della fantasia con la realtà!
Pag. 142
Occhi di velluto
Ha scritto il Jan 08, 2009, 07:29
Datemi una trojka di cavalli veloci come il vento! Monta, mio postiglione, suona, mia campanella, impennatevi, cavalli, e portatemi via da questo mondo! Lontano, lontano, che non veda più nulla, nulla. Ecco laggiù il cielo vortica davanti a me; una s...Continua
Pag. 240
Occhi di velluto
Ha scritto il Jan 02, 2009, 15:45
Ma al mondo non c'è nulla di duraturo e perciò anche la gioia, nel minuto che segue il primo, già non è più tanto viva; nel terzo minuto diventa ancora più debole e alla fine impercettibilmente si fonde con lo stato d'animo consueto, come un cerchio...Continua
Pag. 96

Zeno
Ha scritto il Oct 24, 2018, 15:55
Copertina
Copertina
Mia copertina

Biblioteche...
Ha scritto il Aug 30, 2016, 10:58
Donazione D'Alessandro, Fondo Di Tursi
Bibliotecadiamatrice
Ha scritto il Mar 07, 2015, 18:03

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi