Rahel Varnhagen by Hannah Arendt
Rahel Varnhagen by Hannah Arendt

Rahel Varnhagen

Storia di una donna ebrea
by Hannah Arendt
(*)(*)(*)(*)( )(11)
4Reviews0Quotations0Notes
Description
"Sono una profuga dall'Egitto e dalla Palestina... Quello che, per tanto tempo della mia vita, è stata l'onta più grande, il più crudo dolore e l'infelicità, essere nata ebrea, non vorrei mi mancasse ora a nessun costo."

Rahel Varnhagen nacque a Berlino nel 1771 e morì nel 1833. Ebrea tedesca, cresciuta nello spirito dell'Illuminismo, fu animatrice di un celebre salotto letterario, protagonista di tormentati rapporti sentimentali e amica dei più grandi intellettuali del Romanticismo (Brentano, von Kleist, Schlegel, von Humboldt, Heine). A raccontare la sua vicenda è qui una biografa d'eccezione, la celebre filosofa tedesca Hannah Arendt: una donna ebrea del XX secolo che si confronta con una donna ebrea dell'età napoleonica, e ne restituisce la voce e i pensieri attraverso una fitta rete di citazioni tratte dalle lettere. Nell'unica opera biografica scritta dalla Arendt, i temi cruciali dell'identità ebraica e del rapporto ambiguo con il concetto di "assimilazione" rivivono nella narrazione della vita quotidiana e dei pensieri di Rahel. del suo conflitto tra ricerca di una patria d'elezione e rivendicazione delle proprie origini. La Net ripropone la storica edizione Saggiatore del 1988 curata da Lea Ritter Santini, arricchendola con una postfazione firmata da Federica Sossi.

"Siamo in presenza di un'autrice per cui riflettere con grande profondità è stato sin dalla prima giovinezza un valore di importanza capitale, che si sofferma con intensità, partecipazione e sgomento sulla figura di una donna che avrebbe potuto essere lei, se fosse nata un secolo prima." (The Nation)

Community Stats

Have it in their library

0

Are reading it right now

0

Are willing to exchange it

About this Edition

Language

Italian

Publisher

Publish Date

Jan 1, 2004

Format

Paperback

Number of Pages

290

ISBN

8851521468

ISBN-13

9788851521462