Storia della castità

Dalle vestali a Elisabetta I, da Leonardo da Vinci a «Magic» Johnson

Voto medio di 18
| 5 contributi totali di cui 5 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Cosa hanno in comune Giovanna d'Arco, Elisabetta I di Inghilterra, Newton e Lewis Carroll? Tutti quanti, per motivi differenti, in epoche e società molto lontane fra loro e con risultati eterogenei, hanno praticato, temporaneamente o per l'intera vit ...Continua
therese
Wrote 2/21/16

Ben scritto e ben argomentato, stile scorrevole che analizza la castità dal punto di vista storico, antropoligico e sociale senza mai cadere nel banale o nel retrivo. Da leggere.

Svalbard
Wrote 1/22/16
Immaginavo che questo fosse un saggio sulle ragioni, antropologiche e psicologiche, della castità, intesa come uso sociale o come scelta personale. In realtà il libro tiene pienamente fede al suo titolo, “storia della…” ed è un voluminoso, interessan...Continua
Rigolo
Wrote 12/21/14
Il libro più brutto dell'anno

Aneddoti, pettegolezzi, luoghi comuni e nient'altro. Se il sesso o la castità fossero solo questo bisognerebbe trovare il moda di scappare da entrambi. Eppure le Scie non ci avevano mai deluso ...

Coda
Wrote 6/4/13
La libera scelta di non farlo fa il paio o no con il non voler farlo con te da parte dell'unica persona con cui avrebbe fatto la differenza?

Più ne fai meno ti sembra di averne fatto, per cui: ne fai il meno possibile per prenderti il gusto di convincerti d'aver fatto chissà che.

Magari tutti gli esperti in storia scrivessero così!!!


- TIPS -
No element found
Add the first quote!

- TIPS -
No element found
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
No element found
Add the first note!

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add