Trilogia della città di K.

Voto medio di 10238
| 2.037 contributi totali di cui 1.847 recensioni , 190 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Quando "Il grande quaderno" apparve in Francia a metà degli anni Ottanta, fu una sorpresa. La sconosciuta autrice ungherese rivela un temperamento raro in Occidente: duro, capace di guardare alle tragedie con quieta disperazione. In un Paese occupato ...Continua
MrsShadow
Ha scritto il 16/05/19
Un libro, per triste che sia, non può essere triste come una vita.
Nella Grand Città è scoppiata la guerra. Ci sono le bombe, ma niente da mangiare. Una coppia di gemelli viene portata dalla Mamma in un Piccolo Paese e lì vengono lasciati dalla Nonna, una donna vecchia e indurita dal lavoro nei campi che al Paese ch...Continua
Gloria Ferrari
Ha scritto il 26/04/19

Disperatamente bello

Marta*
Ha scritto il 18/03/19

Un libro che ti trascina, con una prosa cruda e tagliente, nell'atrocità del dolore vissuto dai personaggi.
Un capolavoro da leggere, per scontrarsi con un'umanità sofferente, ma pronta ad adattarsi anche ai peggiori contesti.

Gabriele Lanzi
Ha scritto il 16/03/19
Leggere questo libro è come ricevere in serie tanti pugni nello stomaco: doloroso, crudele, cinico, ma allo stesso tempo pieno d'amore, di un amore spesso solo desiderato e sognato ma quasi mai vissuto. La trilogia è un'amara riflessione sulla vita,...Continua
Bisley
Ha scritto il 08/03/19
Leggere questo libro è stato per me come ...
... assistere alla creazione di una scultura da parte di un artista che le ha dato forma con scalpello e martello, colpo dopo colpo, ognuno dei quali ben mirato, pesato, secco, essenziale e terribilmente efficace; alcuni colpi hanno solo colpito la...Continua

Carlo Impellizzeri
Ha scritto il Jul 29, 2018, 06:15
“Nostra Nonna è la madre di nostra Madre. Prima di venire ad abitare da lei non sapevamo che nostra Madre avesse ancora una madre. La chiamiamo Nonna. La gente la chiama la Strega. Lei ci chiama figli di cagna”
Sissi
Ha scritto il Apr 02, 2018, 14:57
"La vita è di una inutilità totale, è nonsenso, aberrazione, sofferenza infinita, invenzione di un Non-Dio di una malvagità che supera l'immaginazione".
Clementine
Ha scritto il Apr 01, 2018, 16:34
[...] L'ufficiale va a sedersi sulla camionetta e accende il motore. In questo preciso istante avviene un'esplosione nel giardino. Subito dopo vediamo nostra Madre a terra. L'ufficiale corre verso di lei. Nonna vuole allontanarci. Dice: - Non guarda...Continua
Ha scritto il Feb 09, 2018, 09:07
Un uomo dice: - Tu chiudi il becco! Le donne non sanno niente della guerra. La donna dice_ - Non sanno niente? Coglione! Abbiamo tutto il lavoro, tutte le preoccupazioni: i bambini da sfamare. i feriti da curare. Voi, una volta finita la guerra siete...Continua
Anna A.
Ha scritto il Oct 09, 2017, 17:04
Ma l’ha appena detto: Il dolore diminuisce, i ricordi si attenuano. L’insonne alza gli occhi su Lucas: - Diminuire, attenuare, l’ho detto, sì, ma non svanire.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi