Tropico del Cancro

Voto medio di 3876
| 401 contributi totali di cui 349 recensioni , 49 citazioni , 1 immagine , 2 note , 0 video
Romanzo in prima persona, o meglio vera e propria autobiografia con il ritmo narrativo di un romanzo, l'opera racconta, con linguaggio fluidamente realistico, la vita e le imprese dell'autore e dei suoi amici, aspiranti artisti, nei quartieri poveri ...Continua
eternoritorno
Ha scritto il 12/05/20
Miller guardato da lontano
Mi ci sono buttata a pesce perchè ne avevo sentito parlare tanto, un libro provocatorio e sconvolgente, sono estremamente d'accordo sul fatto che sia stato un libro "paccaminoso" nel periodo nel quale è uscito ma su di me più che presa ha creato allo...Continua
Incipitmania
Ha scritto il 02/05/20
Rosanna
Ha scritto il 30/04/20
Dopo le prime pagine ho sentito come un senso di estraneamento alla scrittura di H.M. e non che non mi piacesse ciò che leggevo, anzi, tutto quell'agitarsi, tutti quei nomi, quelle strade, quei quartieri pieni di gente, di donne, di amplessi e di let...Continua
Blacktia
Ha scritto il 13/04/20
Una sorpresa piacevole, romanzo (auto)biografico che riversa sul lettore le esperienze di Miller e degli espatriati americani (artisti e presunti tali) a Parigi tra gli anni 20 e 30 senza risparmiare crudezza e scabrosità; la lettura non è sempre age...Continua
tartino
Ha scritto il 12/04/20
Come primo giorno di lettura ho imparato tre nuove parole della lingua italiana e nozioni letterarie che ho trovato interessanti. Comunque vada il libro ha già assolto il suo compito. Miller è un surrealista quindi è difficile seguire la sua narrazio...Continua

MaraC
Ha scritto il Oct 17, 2018, 14:56
Si ferma. Grande sbaglio, secondo la mia modesta opinione. L'arte sta nell'andare fino in fondo. Se cominci con i tamburi devi finire con la dinamite, o col tritolo. Ravel ha sacrificato qualcosa alla forma, per avere una verdura che la gente potesse...Continua
MaraC
Ha scritto il Oct 17, 2018, 14:47
In fondo Claude altro non era che una brava ragazza francese di media estrazione, e di media intelligenza, ingannata in qualche modo dalla vita; qualcosa in lei non era saldo abbastanza da reggere l'urto dell'esperienza quotidiana.
Angebet
Ha scritto il Mar 07, 2017, 15:00
"Sono un uomo libero; ho bisogno della libertà, ho bisogno di star solo, ho bisogno di rimuginare tra me e me le mie vergogne e le mie tristezze, di godermi il sole e i sassi della strada senza compagnia e senza discorsi, colla sola musica del mio c...Continua
Livio Addabbo
Ha scritto il Jan 26, 2017, 10:45
Ho esaurito la mia giovinezza malinconica. Non m'importa più un cazzo di quel che c'è alle mie spalle e di quel che mi attende in avvenire. Io sono sano. Inguaribilmente sano. Niente dolori nè rimpianti. Nè passato nè futuro. Il presente mi basta. Al...Continua
Isabella Senza
Ha scritto il Jan 12, 2017, 16:22
La porta dell'utero sempre a chiavistello. Paura e desiderio. In fondo al sangue la trazione del Paradiso. L'aldilà. Sempre l'aldilà. Dev'esser cominciato tutto dall'ombelico. Tagliano il cordone ombelicale, ti danno uno sculaccione e via! Sei nel mo...Continua
Pag. 237

Poggio
Ha scritto il May 05, 2019, 10:42

Biblioteca...
Ha scritto il Jan 14, 2020, 09:28
collezione Autori del '900 -18

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi