Un Albero Cresce a Brooklyn

Voto medio di 1550
| 314 contributi totali di cui 264 recensioni , 50 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
C'è un albero che cresce a Brooklyn. Alcuni lo chiamano l'Albero del Cielo. non ha importanza dove cade il suo seme, ne nasce un albero che lotta per raggiungere il cielo. Cresce nei terreni incolti, coperti di palizzate e su mucchi di detriti. Cresc ...Continua
Pendolante
Ha scritto il 30/12/18
Un libro di crescita, integrazione, riscatto, resistenza. La vita dura, quando lo è veramente, la solitudine di una bambina, la solitudine dei poveri tra i poveri, immigrati dei primi del '900 a Brooklyn. Un libro autobiografico da leggere anche ai r...Continua
LaValeB
Ha scritto il 30/12/18
SPOILER ALERT
Non sapevo bene cosa aspettarmi, quando ho iniziato il libro, ero più che altro incuriosita dalla recensioni entusiastiche lette online. Onestamente non mi ha colpito più di tanto, a parte l'ambientazione e la descrizione dell'ambiente sociale. Ho tr...Continua
Sere Mo
Ha scritto il 14/10/18
Un romanzo dolce e struggente sul desiderio di non arrendersi e sulla capacità e la voglia di migliorarsi sempre. Nei primi anni del '900 il quartiere di Brooklyn è abitato per lo più da immigrati e poveri. Protagonista del romanzo è la famiglia Nola...Continua
Lauretta
Ha scritto il 15/09/18

Un bellissimo libro, il racconto della fanciullezza trascorsa a Brooklyn.

Seashanty
Ha scritto il 03/09/18
Una scrittrice cresce a Brooklyn
Il “riposante” rione di Williamsburg, Brooklyn, estate 1912. Seguiamo le vicissitudini della famiglia Nolan – per metà irlandese e per metà austriaca, quindi americana al centouno per cento – nel suo faticoso quanto orgoglioso sbarcare il lunario nel...Continua

Ivan
Ha scritto il Apr 28, 2017, 17:25
Prima di andare a scuola bisognava farsi vaccinare: era la legge. Che paura! I medici del servizio di igiene cercavano di spiegare ai poveri analfabeti di Brooklyn che vaccinare significava inoculare il vaiolo in forma blanda per impedire che i bambi...Continua
Pag. 173
Ivan
Ha scritto il Apr 28, 2017, 16:43
"Che diceva sempre nonna Rommely? Che bisogna sempre guardare le cose come se si vedessero per la prima o per l'ultima volta e che questo era il solo modo di passare gloriosamente il tempo su questa terra".
Pag. 552
Ivan
Ha scritto il Apr 28, 2017, 16:38
Desiderava una donna con la quale parlare, a cui confidare tutti i suoi pensieri. Desiderava una donna che gli parlasse dolcemente, con saggezza e con affetto. Se avesse trovato una donna così, l'avrebbe desiderata anche fisicamente. Ciò che voleva i...Continua
Pag. 363
Elly Chan10
Ha scritto il Nov 28, 2015, 13:09
Si crede che la felicità sia qualcosa di lontano e inaccessibile, complicato e difficile da raggiungere. Eppure, qualche volta, basta poco per essere felici. Un posto in cui ripararsi quando piove, una buona tazza di caffé, una sigaretta, un libro o...Continua
Elly Chan10
Ha scritto il Nov 28, 2015, 13:07
L'intolleranza è qualcosa che genera i pogrom, le crocifissioni e i linciaggi. Spinge gli uomini a essere crudeli verso i bambini e anche fra loro. L'intolleranza è responsabile della cattiveria, delle violenze, del terrore e dei dolori che tormentan...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi