A che punto è la notte
by Carlo Fruttero, Franco Lucentini
(*)(*)(*)(*)(*)(1,383)
Torino. La sera del 25 febbraio, nel bel mezzo di una predica più simile a una rappresentazione teatrale che a una funzione religiosa, don Pezza, parroco di Santa Liberata, viene ucciso da una bomba. E il commissario Santamaria si trova tra le mani il caso più scottante della sua carriera. Per quatt... More

All Quotations

11
starlabevstarlabev added a quotation
00
- Tu ridi, Monguzzi, e il tuo cuore è pieno di scherno... Tu pensi ciò che pensarono di Paolo i beffardi ateniesi!
- Ma io, -protestò Monguzzi, - sono di Valenza Po!
starlabevstarlabev added a quotation
00
- Tu ridi, Monguzzi, e il tuo cuore è pieno di scherno... Tu pensi ciò che pensarono di Paolo i beffardi ateniesi!
- Ma io, -protestò Monguzzi, - sono di Valenza Po!
Eug.Eug. added a quotation
00
Per un momento la notte non ebbe osservatori, infimi o eccelsi, ma restò non vista o invisibile, non pensata o inconcepibile, ferma nella sua riassorbita pienezza.
Eug.Eug. added a quotation
00
Per un momento la notte non ebbe osservatori, infimi o eccelsi, ma restò non vista o invisibile, non pensata o inconcepibile, ferma nella sua riassorbita pienezza.
blimundablimunda added a quotation
00
Ma è così in tutte le cose. (...) Niente è più quello che sembra, niente sembra quello che è... La porta alla fine si apre, ma con una chiave sbagliata, o magari era una porta già aperta. Oppure la chiave giusta arruginisce, si spezza dentro la serratura...
blimundablimunda added a quotation
00
Ma è così in tutte le cose. (...) Niente è più quello che sembra, niente sembra quello che è... La porta alla fine si apre, ma con una chiave sbagliata, o magari era una porta già aperta. Oppure la chiave giusta arruginisce, si spezza dentro la serratura...
PollonPollon added a quotation
00
Il capo, senza essere tecnicamente avaro, considerava tuttavia il fatto di lavorare per lui un privilegio così intrinsecamente meraviglioso da rendere superflua ogni retribuzione
PollonPollon added a quotation
00
Il capo, senza essere tecnicamente avaro, considerava tuttavia il fatto di lavorare per lui un privilegio così intrinsecamente meraviglioso da rendere superflua ogni retribuzione
JongbloedJongbloed added a quotation
00
Santamaria riprese a guardare la pioggia che precipitava a matasse dai prodighi telai del cielo.
JongbloedJongbloed added a quotation
00
Santamaria riprese a guardare la pioggia che precipitava a matasse dai prodighi telai del cielo.
JongbloedJongbloed added a quotation
00
Nel forziere del più cinico affarista, dall'affamatore di vedove e orfani al rifilatore di falsi cronometri svizzeri, sempre fiorivano gratuite primule di generosità, di abnegazione. E nella grotta dell'eremita, del poeta, del rivoluzionario più ascetico e puro, sempre sbatacchiavano i neri pipistrelli della vanagloria, dell'orgoglio sfrenato, della rivalsa personale.
JongbloedJongbloed added a quotation
00
Nel forziere del più cinico affarista, dall'affamatore di vedove e orfani al rifilatore di falsi cronometri svizzeri, sempre fiorivano gratuite primule di generosità, di abnegazione. E nella grotta dell'eremita, del poeta, del rivoluzionario più ascetico e puro, sempre sbatacchiavano i neri pipistre... More
TizTiz added a quotation
10
C'erano (...) tre categorie di potenti. Quelli che ostentavano la propria potenza per schiacciarti. Quelli che la nascondevano, per schiacciarti con la loro affabilità. Quelli che non ti schiacciavano perché, dall'alto della loro potenza, neanche ti vedevano.
TizTiz added a quotation
10
C'erano (...) tre categorie di potenti. Quelli che ostentavano la propria potenza per schiacciarti. Quelli che la nascondevano, per schiacciarti con la loro affabilità. Quelli che non ti schiacciavano perché, dall'alto della loro potenza, neanche ti vedevano.
TizTiz added a quotation
00
Era il solo modo per vedere veramente una persona, qualsiasi persona. Spogliarli, per modo di dire. Ritagliarli via da tutto. Isolarli, appunto. E cercare l'essenza, la comosizione autentica, la scritta quasi invisibile in fondo ai medicinali.
TizTiz added a quotation
00
Era il solo modo per vedere veramente una persona, qualsiasi persona. Spogliarli, per modo di dire. Ritagliarli via da tutto. Isolarli, appunto. E cercare l'essenza, la comosizione autentica, la scritta quasi invisibile in fondo ai medicinali.
TizTiz added a quotation
10
..è il fanatismo che mi agghiaccia, alla fine ha sempre qualcosa non so, di untuoso, di appiccicaticcio, ti sembra di stare in una colonia nudista o in un club vegetariano, hanno sempre quella voce ispirata, quell'occhietto mistico, voglio dire, non è la parte "cattiva" di tutta questa gente che fa venire i brividi, è la parte "buona"..
TizTiz added a quotation
10
..è il fanatismo che mi agghiaccia, alla fine ha sempre qualcosa non so, di untuoso, di appiccicaticcio, ti sembra di stare in una colonia nudista o in un club vegetariano, hanno sempre quella voce ispirata, quell'occhietto mistico, voglio dire, non è la parte "cattiva" di tutta questa gente che fa ... More
TizTiz added a quotation
10
C'erano tanti, o insomma non pochi, uomini e ragazzi che spingevano avanti la loro bellezza come un carrellino da supermarket, ogni pezzo - ciglia, naso, bocca, fianchi, spalle - impoverito da quell'aria raccattata e sostituibile. Thea ne aveva ammirati e anche baciati diversi, prima di trovarli troppo uguali.
TizTiz added a quotation
10
C'erano tanti, o insomma non pochi, uomini e ragazzi che spingevano avanti la loro bellezza come un carrellino da supermarket, ogni pezzo - ciglia, naso, bocca, fianchi, spalle - impoverito da quell'aria raccattata e sostituibile. Thea ne aveva ammirati e anche baciati diversi, prima di trovarli tro... More