David Brin, Walter Jon Williams, Michael Moorcock sono soltanto alcuni degli autori presentati nella sezione "Anglosfera" di questa edizione di Alia. Otto racconti che aggiornano le vecchie mappe del fantastico in lingua inglese.

All Reviews

2
Iguana JoIguana Jo wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
Questo è il primo Alia anglofono che leggo, ma anche per i racconti raccolti in questo volumetto vale il discorso giù fatto a per i due volumi italiani letti a suo tempo: è straordinario quello che la passione e la dedizione alla buona letteratura siano in grado di realizzare.
Alia è realizzata da un pugno di appassionati. Non ci sono coinvolti nè "Grandi Nomi" del fantastico nostrano, nè gruppi editoriali più o meno ricchi. più o meno potenti. In teoria Alia (Anglosfera) dovrebbe essere un progetto dilettantistico, con molte pretese e contenuti ravanati qua e là tra gli scarti di bottega.
E invece anche questo volume brilla per la qualità dei nomi coinvolti e per il valore dei racconti tradotti. Si parla di David Brin, Dennis Detwiller, Cory Doctorow, Nalo Hopkinson, Michael Moorcock, Charles Stross, Chris Roberson e di Walter Jon Williams. (Io di questi autori non ne conoscevo un paio, ma gli altri sono tutti nomi di primo piano).
Se c'è un difetto in questo Alia (come del resto negli altri volumi della collana) non sta tanto nei contenuti, quanto piuttosto nella qualità grafica della presentazione. Non parlo tanto delle illustrazioni che corredano i racconti, che sono invero apprezzabili, quanto piuttosto della copertina del volume, che a me pare piuttosto debole al confronto di quanto presente all'interno.
Ma l'abito non fa il monaco e quindi fatevi un favore: procuratevi questo volume, che nonostante alcuni dei racconti presentati siano poi comparsi in altre edizioni, Alia merita tutto il nostro sostegno.


iguanajo.blogspot.com/2010/12/letture-novembre-2010.html