Alla casa del gatto che gioca a palla
by Honoré de Balzac
(*)(*)(*)(*)( )(52)
Scritto nel 1829, "Alla casa del 'Gatto che gioca a palla'" è unanimemente considerato uno dei capolavori giovanili di Balzac, da annoverare senz'altro fra i racconti più riusciti della "Commedia umana". Il titolo ricorda l'insegna di una vecchissima azienda commerciale nella Parigi del Primo Impero. È la storia dell'amore "impossibile" tra la giovanissima Augustine, figlia dell'austero e gretto commerciante Guillaume, e Théodore de Sommervieux, giovane pittore dal brillante e focoso ingegno; un amore che, pur riuscendo ad approdare al matrimonio, non riuscirà a vincere le incomprensioni generate dalla diversa estrazione sociale e dalla differente educazione. La tragica vicenda è tratteggiata dal giovane Balzac con stile vigoroso, la chiaroveggenza psicologica, il vivo colorito e l'energia del tratto che lo porteranno al successo. Celebre la splendida, minuziosa e suggestiva descrizione iniziale della bottega e della casa del vecchio Guillaume, degna delle migliori pagine di "Eugénie Grandet" e "Papà Goriot".

LauraT's Review

LauraTLauraT wrote a review
03
(*)(*)(*)(*)( )

La poesia, la pittura e gli squisiti godimenti della fantasia hanno dei diritti assoluti sugli spiriti elevati. Non che queste esigenze di un animo forte fossero andate deluse in Théodore durante quei due anni; avevano semplicemente trovato un nutrimento nuovo, diverso. Quando però furono percorsi i dolci campi dell’amore, quando l’artista ebbe, come i fanciulli, colto rose e fiordalisi con tale avidità da non accorgersi che le sue mani non potevano più contenerne, la scena mutò. Se lui mostrava alla moglie gli abbozzi dei suoi dipinti più belli, la sentiva esclamare, come avrebbe fatto Papà Guillaume: «Oh, com’è grazioso!»
«Mia cara» riprese la gran dama con voce grave «la felicità coniugale è sempre stata una speculazione, un affare che richiede un impegno tutto speciale. Se voi continuate a parlare di passione mentre io parlo di matrimonio, non ci capiremo mai