Bellezza crudele
by Rosamund Hodge
(*)(*)(*)(*)( )(130)
Costretta a fidanzarsi con il malvagio governatore del suo regno, la giovane e determinata Nyx sa che il suo destino è sposarlo, ma per coronare il suo sogno più segreto: ucciderlo e liberare finalmente il popolo dal giogo di quella crudele tirannia. Eppure nel giorno del suo diciassettesimo complea... More

Natascia's Review

NatasciaNatascia wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
Spoiler Alert
Ho finito di leggere da poco e sono perplessa.
La storia è sicuramente diversa da tutto ciò che ho letto in passato, all'inizio mi ricordava una sorta di versione distopica de La Bella e La Bestia, ma direi che giunti alla fine il paragone non ci azzecca per nulla.
E' sicuramente un libro ben scritto seppur con una trama abbastanza semplice.
Il mondo di Nyx è stato stravolto novecento anni prima da qualcosa (di cui si è persa memoria nel tempo) che ha fatto sì che un'entità malvagia (il Signore Gentile) soggiogasse con le arti magiche gli abitanti di Arcadia. Con la scusa di salvare il popolo dai malvagi Figli di Tifone, sarebbe stato da tutti considerato Signore e Padrone e la gente gli avrebbe consegnato tributi e avrebbe fatto tutto ciò che costui avrebbe comandato.
Questo personaggio ha la facoltà di esaudire i desideri degli abitanti suggellando con loro i più strani patti, che ovviamente mai sono a favore dei poveri malcapitati richiedenti.
Il padre di Nyx, per esempio, pur di far sì che la moglie potesse procreare, ha acconsentito al patto proposto dal Signore Gentile: sarebbero sì nate due figlie, ma una di loro sarebbe stata data in moglie al losco personaggio.
La storia in realtà è un'altalena tra male e bene, ombre e luce, e ti fa capire chiaramente che non tutto è luce e non tutto è ombra.
Quello però che mi ha lasciato più perplessa è la descrizione contorta del mondo dei protagonisti, in cui "ciò che è fuori è anche dentro", la folle dimensione spazio temporale in cui è posizionato il castello e i patti stipulati con i Gentili .. se ci penso in modo razionale ancora mi sembra che qualcosa non torni ..
NatasciaNatascia wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
Spoiler Alert
Ho finito di leggere da poco e sono perplessa.
La storia è sicuramente diversa da tutto ciò che ho letto in passato, all'inizio mi ricordava una sorta di versione distopica de La Bella e La Bestia, ma direi che giunti alla fine il paragone non ci azzecca per nulla.
E' sicuramente un libro ben scritto seppur con una trama abbastanza semplice.
Il mondo di Nyx è stato stravolto novecento anni prima da qualcosa (di cui si è persa memoria nel tempo) che ha fatto sì che un'entità malvagia (il Signore Gentile) soggiogasse con le arti magiche gli abitanti di Arcadia. Con la scusa di salvare il popolo dai malvagi Figli di Tifone, sarebbe stato da tutti considerato Signore e Padrone e la gente gli avrebbe consegnato tributi e avrebbe fatto tutto ciò che costui avrebbe comandato.
Questo personaggio ha la facoltà di esaudire i desideri degli abitanti suggellando con loro i più strani patti, che ovviamente mai sono a favore dei poveri malcapitati richiedenti.
Il padre di Nyx, per esempio, pur di far sì che la moglie potesse procreare, ha acconsentito al patto proposto dal Signore Gentile: sarebbero sì nate due figlie, ma una di loro sarebbe stata data in moglie al losco personaggio.
La storia in realtà è un'altalena tra male e bene, ombre e luce, e ti fa capire chiaramente che non tutto è luce e non tutto è ombra.
Quello però che mi ha lasciato più perplessa è la descrizione contorta del mondo dei protagonisti, in cui "ciò che è fuori è anche dentro", la folle dimensione spazio temporale in cui è posizionato il castello e i patti stipulati con i Gentili .. se ci penso in modo razionale ancora mi sembra che qualcosa non torni ..