C'era una volta adesso
by Massimo Gramellini
(*)(*)(*)(*)( )(72)
«Tutto il mondo affrontava la stessa prova. Qualcuno ne approfittò per cambiare». Cosa racconteremo di noi e della nostra vita ai nostri nipoti? Mattia decide di iniziare dalla primavera dei suoi nove anni, nel 2020, quando, mentre il mondo da un giorno all'altro si rinchiude in casa, si ritrova cos... More

All Reviews

6
DaphneDaphne wrote a review
03
(*)(*)(*)(*)(*)
Back to the future
Profondo e commovente, questo romanzo originale che racconta il covid dal futuro con la voce di un anziano che ricorda di quando era bambino e il mondo impazzì... Grazie a questo stratagemma, si mescolano l'innocenza infantile e la saggezza senile e il risultato è un insieme di esperienze e di riflessioni indimenticabili su tanti argomenti diversi:
- le mancanze: "Essere amati non è sufficiente. Bisogna sentirsi amati. E per quanto amore io respirassi intorno a me, c'era una falla nella mia vita che lo risucchiava tutto, procurandomi crisi frequenti di asfissia."
- la cura necessaria ai rapporti: "Avevano disseminato il loro rapporto di non detti, ma le incomprensioni sono ferite lievi che, se trascurate, mandano un affetto in cancrena. Si alimentano di pregiudizi, timidezze, superficialità e distrazione. Una delle massime esistenziali che preferisco recita: 'Soltanto le cose su cui ti concentri crescono'. Però la vita ci costringe a stabilire di continuo delle priorità e così uno finisce per lasciare indietro le situazioni che gli sembrano più scomode e meno urgenti, adagiandole in un'atmosfera opaca, al riparo dalla luce della consapevolezza. Il virus era venuto a scompigliare la stabilità solo apparente di certi dissesti affettivi. Perché le epidemie sono come le guerre: passano sopra i legami con un evidenziatore e non consentono più di guardare altrove."
- la fiducia: "Il modo migliore per scoprire se ci si può fidare di qualcuno è dargli fiducia. Lo diceva uno scrittore americano. [...] 'Fidati della vita', disse, 'è una scrittrice piena di sorprese. Ne avrà di sicuro una in serbo anche per te'"
- la necessità di non darsi per vinti ed essere sempre pronti a ricominciare: "E' facile la discesa nel mondo degli inferi, ma tornare sui propri passi e fuggire verso l'alto, questo è il compito, questa la vera impresa."
02
(*)(*)(*)(*)( )