Caravaggio segreto
by Costantino D'Orazio
(*)(*)(*)(*)( )(77)
Chi era davvero Caravaggio? Sono ancora molti i misteri che aleggiano intorno alla figura sfuggente e controversa di Michelangelo Merisi.
Per far luce sulle ombre che circondano l'artista, lo storico dell'arte Costantino D'Orazio ne rilegge i capolavori in una nuova chiave: Caravaggio non dipinge per soldi o passione, ma perché mira alla conquista dell'immortalità.
Caravaggio segreto ci regala un viaggio nel tempo per rivivere le atmosfere dell'epoca e scoprire gli ingannevoli giochi di prestigio che il pittore usa per nascondere significati più profondi all'interno delle sue opere.

All Reviews

14 + 1 in other languages
enfant terribleenfant terrible wrote a review
27
(*)(*)(*)(*)(*)
SEMPRE IN DIREZIONE OSTINATA E CONTRARIA DICEVA DE ANDRÉ...
E qui sembra parlare del genio irrequieto di MICHELANGELO MERISI detto IL CARAVAGGIO. Il voler essere oltre tutto e tutti. Ogni opera finita non è un ' arrivo  , ma una ripartenza a fare sempre meglio  . L ' amore sacro e l ' amor profano. Ascoltato  , visto.  Le meretrici , Maddalena Agnoletti è  LA MADONNA DEI PELLEGRINI ,  Anna  Bianchini nella MADDALENA PENITENTE , e ti viene in mente Via del Campo e Bocca di Rosa . NEL CINQUECENTO , LE "MERETRICI ONESTE " SONO COSÌ NUMEROSE E RICCHE CHE DIVENTA DIFFICILE DISTINGUERLE DALLE NOBIL DONNE. COSÌ LA MAGISTRATURA IMPONE LORO DI INDOSSARE MANTELLI GIALLI, CHE NON PER CASO ACCOMPAGNANO SPESSO LE MODELLE DEL CARAVAGGIO.  La vita  , le opere nei loro particolari e significati  . Non per soldi ma per fama  . Protetto e invidiato. Benvoluto e odiato. In eterna lotta per aggirare il CONCILIO DI TRENTO  e i suoi limiti per la sua genialità. Amo di Caravaggio quella luce che colpisce un punto  , nel MARTIRIO DI SAN MATTEO E DAVIDE E GOLIA è un ' illuminazione senza eguali  . Qualcuno non lo ama perché macabro e religioso  . Ma anche qui mi viene in mente IL TESTAMENTO DI TITO  .E vogliamo parlare di NARCISO e SAN GIOVANNI BATTISTA?  E degli angeli ermafroditi e delle monete in VOCAZIONE DI MATTEO? E come dice un ' altro genio GRANDI SPIRITI HANNO SEMPRE TROVATO VIOLENTA OPPOSIZIONE DA MENTI MEDIOCRI (ALBERT E .) . E per chiudere.... E QUANDO VIENE LA SERA E IL BUIO TI TOGLIE IL DOLORE DAGLI OCCHI.... SCIVOLA IL SOLE ALDILÀ DELLE DUNE A VIOLENTARE ALTRE NOTTI....
GrimildeGrimilde wrote a review
06
(*)(*)(*)(*)( )
Caravaggio l'ho visto in mostra a Bergamo, a Milano e ora mi ci sono "imbattuta" in un percorso guidato in alcune chiese a Roma e di nuovo mentre guardavo le opere del Bernini alla Galleria Borghese.

Tutto questo per dire che di notizie su di lui ne ho lette e sentire in diverse occasioni, ma a parte il fatto che fosse una testa calda, ho sempre sentito interpretazioni diverse dei suoi quadri. E questo è il punto affascinante: anche in questo saggio breve e godibile, abbiamo una lettura precisa e circostanziata di alcune opere del Merisi, che nulla toglie ad altre chiavi interpretative ma sicuramente aggiunge qualcosa in più.
Interessanti anche i brevissimi squarci di storia e costume che danno il peso dei potere dell'Ordine di Malta, della diffusione della prostituzione e delle misure per arginarla (dico solo "poverette") e del movimento intenso di mercanti e artisti nella città di Roma.

Infine vorrei ricordarmi un input pratico che deriva dal Concilio di Trento per avvicinare il popolo alla chiesa e alla religione fino in quel momento "poco capita": i canti dovranno trasformarsi da gregoriani in cori polifonici, per essere "comprensibili" e i quadri dovranno trasmettere in modo chiaro i precetti religiosi.
Caravaggio con il suo realismo, vestendo i personaggi con abiti del popolo e inserendo professioni comuni all'epoca, risponde almeno a questa richiesta in modo immediato. Aveva poi il difettuccio di farsi prendere la mano e avvicinarsi alla blasfemia, ma su questo punto è sempre stato perdonato!
Aria SaracenaAria Saracena wrote a review
38
(*)(*)(*)(*)( )
SimoneSimone wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
AinAin wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)(*)