Cold Spring Harbor
by Richard Yates
(*)(*)(*)(*)( )(414)
When the Shepard's car breaks down in pre-World War II New York City, a chain of events occurs that transforms the lives of the Shepards and the Drakes, as Evan and Rachel meet, court, and marry. But betrayal, disappointment, and secret schemes are on the horizon.

All Quotations

00
Aveva ancora un'età nella quale un ragazzo impopolare può sentire il bisogno di fare la corte ad altri ragazzi con la stessa astuzia che impiegherebbe se fossero ragazze, e la sua lunga infelicità a scuola doveva avergli insegnato, nel modo più duro, che essere troppo esplicito era il peggior sbagli... More
00
E soltanto dopo aver fatto queste supposizioni su Evan Gloria fu in grado di capire cos'era, di preciso, a non convincerla in tutto questo.
Non era davvero un peccato che una ragazza si sposasse tanto per andare a letto con qualcuno?
00
A questo punto, ridacchiando, ostentò un sussulto che nelle intenzioni doveva essere sbarazzino e disarmante, ma non fece altro che richiamare l'attenzione su quanto fossero molli e informi le sue labbra.
10
...nessun eroe e tanti adulti mancati. Impegnati a giocare agli adulti nella speranza che nessuno venga a vedere il bluff, almeno non troppo da vicino.
E' la cifra dell'esistenza borghese nel 900. Se c'è un trauma che Yates racconta nelle sue sfumature più profonde è quello che si prova sveglian
... More
10
E traspare, di Vonnegut, il confronto serrato con la Storia: situazioni private, microconflitti familiari o sentimentali - come le escursioni di Vonnegut nella fantascienza o nel grottesco - sono in realtà vesti che Yates impone alla sua narrazione per fare i conti con la condanna di un'epoca ansios... More
atwaatwa added a quotation
10
<<Ah mia piccola meraviglia>>, disse. <<Ah sei un prodigio, ecco cosa sei. Sei un miracolo. Perché lo sai che cosa diventerai? Diventerai un uomo>>.
atwaatwa added a quotation
10
Molto prima di aver finito di parlare, tuttavia, Charles aveva perso fiducia nella propria voce. Non gli piaceva quel tono falso da allenatore di atletica; non era sicuro della validità di una frase come
<<Non perdere mai di vista il tuo obbiettivo>>, tranne che come ammonizione ridicola
... More
atwaatwa added a quotation
10
Quella sera dopo lo spettacolo rimasero ad abbracciarsi e a baciarsi come giovani divi del cinema, al chiaro di luna, nell’intimità della macchina di Evan parcheggiata, finché Mary non si staccò da lui con una smorfietta promettente. A forza di armeggiare e divincolarsi si liberò degli indumenti che le coprivano la parte superiore del busto, e li lasciò ricadere intorno alla vita; poi mise le mani dietro la schiena per sganciarsi il reggiseno, e sfilandoselo lanciò ad Evan un’occhiata incerta, come per chiedergli se aveva fatto la cosa giusta.
<<Oh>>, disse lui con la voce affievolita dalla venerazione.
<<Oh quanto sei carina. Oh sei proprio carina Mary>>
Mentre teneva una delle sue adorabili tettine in mano e l’altra incredibilmente in bocca, lui sapeva, dagli incessanti discorsi degli altri ragazzi , che la cosa da fare adesso era adoperare la mano libera per cercare di <<arrivarle nelle mutande>>. Ma aveva appena cominciato la sua manovra che Mary lo sorprese di nuovo. Contorcendosi, riuscì a cambiare posizione e aprì timidamente le gambe per rendergli le cose più facili.
<<Oh, Evan>>, disse. <<Oh Evan>>.
Di lì a poco, bisbigliata qualche parola d’intesa, I due si ricomposero momentaneamente, uscirono dalla macchina per un attimo di dolorosa privazione, poi sprofondarono con voluttà nel sedile posteriore.

Può darsi che l’amore non sia tutto a questo mondo, ma né Evan né Mary contemplarono anche solo per un attimo questa possibilità finché non furono sposati.
atwaatwa added a quotation
10
Quella sera dopo lo spettacolo rimasero ad abbracciarsi e a baciarsi come giovani divi del cinema, al chiaro di luna, nell’intimità della macchina di Evan parcheggiata, finché Mary non si staccò da lui con una smorfietta promettente. A forza di armeggiare e divincolarsi si liberò degli indumenti che... More