Colpo di spugna
by Jim Thompson
(*)(*)(*)(*)(*)(744)
Nick Corey è un uomo pigro, che trascorre la maggior parte del suo tempodormendo, mangiando e sfuggendo alle rampogne di una moglie megera e allestranezze di un cognato ritardato. Nick Corey è lo sceriffo della Contea diPotts, la più piccola del Texas. Per far contenti i cittadi... More

All Reviews

100 + 27 in other languages
Across Border Across Border wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
SUN50SUN50 wrote a review
1125
(*)(*)(*)(*)( )
Things Are Not As They Seem (con TRADUZIONE) Gruppo Appunti di lettura, Letture a tema di ottobre 2019: il narratore inaffidabile
This book, by Jim Thompson, is narrated by the main character, Sheriff Nick Corey. Nick has a very large appetite for food and sex, but little for doing "sheriffing". It may seem like he is simple when the book starts out, and this may be the case, but at the same time, as readers soon discover, he is some kind of evil genius.

In the course of the book, Nick murders some people and sets up others to do killing for him. It is hard to be sympathetic to most of the victims, but murder is murder. For the killings he actually did himself, he casts suspicions on others in quite clever ways.

Things seen through Nick's eyes may sometimes seem funny when maybe they really shouldn't. For example, the bank president falling into the privy pit due to something Nick did earlier is hard not to at least smile about.

Near the end of the book, some sort of transformation happens for Nick. Not exactly a good one either and pretty outrageous in a way, but it sort of fits nevertheless.

The book really kept my interest. It is really dark in some ways, but the way Nick narrates it, you may not really notice as you read along. Beyond the murders, the book examines some of the ugly underside of collective humanity as it moves along - notice how Nick manipulates the townspeople when his opponent in the upcoming election seems to be way ahead of him with the voters.

Not for the faint of heart perhaps, but the violence is not described in an overdone manner. The ending may seem a bit unsatisfying. The book just sort of stops abruptly.

TRADUZIONE

Questo libro, di Jim Thompson, è narrato dal protagonista, lo sceriffo Nick Corey. Nick ha un grande appetito sia per il cibo che per il sesso, ma ne ha poco per fare lo sceriffo. Quando il libro inizia può sembrare che egli sia una persona semplice , e questo potrebbe essere il caso, ma allo stesso tempo, come i lettori scopriranno presto, è una sorta di genio del male.

Nel corso del libro, Nick uccide alcune persone e fa in modo che altri uccidano per lui. E' difficile essere solidali con la maggior parte delle vittime, ma l'omicidio è omicidio. Per le uccisioni che ha fatto lui stesso, getta sospetti sugli altri in modo abbastanza intelligente.

Le cose viste attraverso gli occhi di Nick possono a volte sembrare divertenti quando forse non dovrebbero. Per esempio, quando il presidente della banca che cade nella lattrina a causa di qualcosa che Nick ha fatto in precedenza è difficile almeno non sorridere.

Verso la fine del libro, accade a Nick una sorta di trasformazione . Non è esattamente una buona e, in un certo senso, piuttosto vergognosa, ma ci sta comunque.

Il libro ha mantenuto il mio interesse. E’ davvero cupo in qualche maniera, ma con il modo in cui Nick lo racconta, non lo si può davvero notare mentre si procede nella lettura. Al di là degli omicidi, il libro esamina alcuni dei lati negativi dell'umanità collettiva mentre va avanti –da notare come Nick manipoli i cittadini quando il suo avversario nelle prossime elezioni sembra essere molto più avanti di lui con gli elettori.

Non per i deboli di cuore, forse, ma la violenza non è descritta in modo eccessivo. Il finale può sembrare un po' insoddisfacente, perché il libro termina all’improvviso.
KahibitKahibit wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
Il capolavoro assoluto di Jim Thompson, scritto nel 1964. Incontrastata protagonista è l'ennesima figura di sceriffo assai poco rassicurante, almeno quanto la società gretta e ipocrita della quale dovrebbe essere il guardiano e il tutore dell'ordine. Nick Corey, apparentemente un buontempone innocuo e neanche troppo sveglio, zimbello dei colleghi, che pensa solo a mangiare e a dormire, a scoparsi in contemporanea la vecchia fiamma e l'amica di famiglia senza farsi beccare dalla moglie e dal ficcanasare del fratello semi-idiota di lei, e a farsi rieleggere sceriffo ungendo chi di dovere per continuare a lavorare il meno possibile ("Ho veramente intenzione di dare un giro di vite. D'ora in avanti, chiunque infrange una legge dovrà vedersela con me. A condizione, naturalmente, che sia di colore o un povero disgraziato bianco che non può pagare le tasse municipali"), si rivela uno spietato assassino e un astuto manipolatore capace di ordire piani machiavellici per proteggere sè stesso e danneggiare i suoi avversari perché "io sono il salvatore in persona, Cristo sulla croce sceso proprio qui a Potts County... in modo che la gente sappia che non ha niente da temere, e se si preoccupano dell'inferno, non c'è bisogno di scavare per trovarlo". Umorismo nero, satira sociale, nihilismo filosofico rendono questo romanzo il più forte e destabilizzante del sulfureo Thompson: Bertrand Tavernier ne ricavò un pregevole film nel 1981, spostando l'azione dal Texas del primo Novecento all'Africa coloniale francese dei tardi anni '30 e affidando il ruolo di protagonista al grande Philippe Noiret; anche il titolo "Colpo di spugna" è ripreso dal film, quello originale è Pop. 1280, cioè 1280 anime di popolazione..."il buco del culo del mondo", come dice il malefico e irresistibile Nick...