Con un poco di zucchero
by Chiara Parenti
(*)(*)(*)(*)( )(51)
A trent’anni suonati Matteo Gallo, aspirante scrittore senza soldi e senza speranze, è costretto a vivere con la sorella Beatrice e “loro”, Rachele e Gabriele, i due scatenatissimi nipotini. Nessuna delle tate finora ingaggiate è riuscita a domarli. Ma ecco che, come per magia, un pomeriggio di fine

All Reviews

18
00
(*)(*)(*)(*)( )
Dopo aver letto Tutta colpa del mare (e anche un po’ di un mojito), averlo amato tantissimo (ma tanto tanto), e aver aperto una petizione per avere la pubblicazione cartacea al più presto (vi rimando al link per firmarla: firmiamo.it/chiara-parenti-in-cartaceo–prestissimo#petition), non credevo possibile che Chiara Parenti mi contattasse e mi facesse leggere il suo nuovo romanzo in anteprima. Ero a dir poco al settimo cielo. Pensavo… “no, dai, non ci credo!!”. È bello quando un’autrice che stimi ti chiede di poter leggere in anteprima il suo nuovo lavoro, è come un po’ condividere con lei la gioia della pubblicazione nella speranza che piacerà ai suoi lettori. Perciò quando ho avuto nel mio Kindle Con un poco di zucchero non ho potuto fare a meno di iniziarlo a leggere subito e persino a scrivere la recensione. Ebbene sì, queste prime righe le sto scrivendo mentre sto leggendo il romanzo, in diretta. Ve lo confesso, dovevo condividere con qualcuno il mio entusiasmo, perché lo stile ironico e frizzante della Parenti a me piace molto e mi tira su nei momenti di tristezza, perciò non posso fare a meno di essere emozionata per questa nuova lettura. Quando penso che le cose non vanno come dovrebbero, ho bisogno di un romanzo come questo, che mi sa intrattenere e allietare e non farmi pesare le incertezze e le difficoltà della vita. Mary Poppins diceva: “con un poco di zucchero la pillola va giù”, io penso che questo romanzo sia proprio ciò che in questo periodo sto cercando, qualcosa che riesca a farmi ingoiare tutte le preoccupazioni e farmi dire: “dai che puoi riuscirci anche tu!”. Chiara è brava a farsi amare, con questo stile leggero e sarcastico. Posso capire che non è apprezzato da tutti per la leggerezza che richiama, ma in fondo in fondo penso che un po’ di sorrisi ci facciano bene nella vita di tutti i giorni. Lasciatevi conquistare anche voi dalla storia di un uomo alla ricerca di una tata!
L’ho letto in poche ore, come al solito. I romanzi di questa autrice si divorano, non si leggono, è una costante che mi piace e che vorrei succedesse con ogni testo d’evasione che leggo. Veniamo a noi lettori di qualità: perché vi consiglio di leggere questo romanzo? Innanzitutto perché è scritto dal punto di vista del protagonista maschile, il nostro scrittore di gialli Matteo Gallo, detto dagli amici e parenti, Teo, un uomo che sa far ridere una donna, non ci sono dubbi. Eheheh, leggere per credere, non posso svelarvi i retroscena! Seconda cosa perché chi ha amato Mary Poppins – attenzione perché non posso credere che qualcuno non l’abbia amata – allora apprezzerà la protagonista di questo romanzo, tata Katie. Eh, sì, perché Katie ha l’animo zuccheroso di una nuvoletta che sta in cielo, con tutte quelle curve che fanno immaginare tante forme diverse (non pensate male, v’ho beccato!) e sempre pronta al gioco e al sorriso, una persona indimenticabile che sa come far cambiare le vite monotone altrui e incendiare qualche cuore arido che non ama più. Vi ho detto i motivi per cui leggerlo, oltre al fatto che riderete di gusto e troverete delle scenette che vi strapperanno anche qualche sospiro di tristezza. Quello che insegna questo romanzo è che la vita va vissuta, in ogni caso, puoi credere o non credere in ciò che vuoi, non fa differenza se si ha un grande cuore, ma il valore della vita è insindacabile e assoluto, anche quando le tragedie sembrano colpirci con la loro enormità, non vale mai la pena di smettere di combattere e di vivere fino in fondo ciò che hai e sei. È meglio sorridere sempre, perché dietro un sorriso c’è la felicità che si può donare agli altri. Un buon messaggio di forza e speranza per tutti, in un periodo che vede veramente poco da stare allegri.
Non vi farò spoiler, ma per invogliarvi alla lettura ho scelto dei pezzettini che secondo me sono delle chicche che potranno farvi capire fino a che punto ho amato questo nuovo romanzo della Parenti, sempre una nuova emozione, anche se diversa dal suo primo racconto lungo.

Sono due le cose infinite: l’universo e il contenuto della borsa della tata. Facciamo tre e mettiamoci pure la mia pazienza. Siamo arrivati da mezz’ora e non abbiamo ancora messo piede al luna park, visto che sul viale d’ingresso ci sono le bancarelle con i dolciumi e finora non abbiamo fatto altro che andare dietro a questa mendace Umpa-Lumpa che a ogni banco si ferma gridando «Occhebuono!» di fronte a qualsiasi leccornia. I bambini in confronto sono due esperti nutrizionisti che, dopo un gelato e una liquirizia, hanno detto no al colesterolo.

Vi ho incuriositi un po’? Penso di essere riuscita a invogliarvi, spero almeno di averlo fatto. Il mio obiettivo è stato raggiunto? Oggi esce questo romanzo e io sarò sicuramente una delle prime ad acquistarlo, perché mi piace sostenere un’autrice che con il suo talento si sta facendo strada. Chiara Parenti ha uno stile tutto suo, riconoscibile, si può amare o odiare, di fatto però è capace di far appassionare alla lettura anche chi magari non ha molta voglia di starsene su un libro la sera dopo una dura giornata di lavoro. Il suo punto di forza è proprio l’allegria che infonde nelle righe che scrive. La voglia di far appassionare i suoi lettori alla storia, una storia semplice, che non pretende di essere la novità assoluta dell’anno, ma invece vuole arrivare dritto al cuore di persone che nelle letture cercano un po’ di calore e sorrisi. E io non ci vedo proprio nulla di male! Se come me avete amato Tutta colpa del mare (e anche un po’ di un mojito), non perdetevi il nuovo romanzo di questa bravissima scrittrice Con un poco di zucchero… e aggiungerei, la pillola va giù! Sicuro!
Ele Marina PEle Marina P wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)(*)
Semplicemente delizioso!
Semplicemente delizioso!
YukinoYukino wrote a review
11
(*)(*)(*)( )( )
Gaina22Gaina22 wrote a review
00
(*)(*)( )( )( )
PupottinaPupottina wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
Mary Poppins su: Nuvoletta.com
Leggere Chiara Parenti ti mette di buon umore. È ufficiale. Il suo stile è brioso, ironico, si legge che è un piacere. Con questo secondo romanzo, per la seconda volta, dopo Tutta colpa del mare (e anche un po’ di un Mojito), Chiara Parenti inizia e richiama alla memoria una citazione alla Mary Poppins, la celebre tata del film Disney, la quale nel momenti peggiori era solita cantare: “Con un poco di zucchero la pillola va giù”.
Ed è proprio di questo che, fin dalle prime battute di questo secondo romanzo breve, ha bisogno il protagonista Matteo Gallo che è solito ripetersi “Se una cosa può andare male, lo farà. Penso alla prima Legge di Murphy mentre …”
A trent’anni suonati Matteo è un aspirante scrittore senza soldi e senza speranze. È costretto a vivere con la sorella Beatrice e i due pestiferi nipotini, Rachele e Gabriele. Per accudire i piccoli, Matteo e Beatrice sono alla ricerca di una tata, ma nessuna delle ragazze ingaggiate finora è riuscita a tenerli a bada, finché, come per magia, un pomeriggio di fine settembre, un forte vento che spazza le nubi dal cielo porta tata Katie.
Restano tutti incantati da questa ragazza inglese un po’ stravagante e scombinata, che fa yoga, mangia verdure, va pazza per i dolci e che, con le sue storie fantastiche e i suoi giochi incredibili, è in grado di cancellare l’amaro della vita, un po’ come riusciva a fare Mary Poppins nel celebre film.
Matteo prova a sottrarsi al suo influsso “magico”, ma è inutile anche per lui, perché Katie compie su di lui la magia più grande: l'amore. Non può non innamorarsi di Katie che è davvero fantastica.
Con un mood principalmente ironico, ma anche romantico ed emozionante, Chiara Parenti conquista il cuore delle lettrici ancora un po’ bambine e predisposte ad una delle più magiche storie d’amore.

“«Sei … sei il mio Mr. Incredibile!» mi sussurra all’orecchio, poi si scosta leggermente e la sua bocca adesso è vicinissima alla mia.
Fragole. Ci sono fragole ovunque.
Sento ogni parte di me fremere di un desiderio folle, tutto ciò che voglio in questo momento è sparire dentro di lei.”

youtu.be/Vau8V-Fngw8