Confessioni di una squartatrice
by Hakan Nesser
(*)(*)(*)(*)( )(141)
L’ispettore Gunnar Barbarotti non è più lo stesso. Non è facile concentrarsi sul lavoro quando la mente è lontana, persa nel dolore di una tragedia personale dopo la quale sembra impossibile rimettersi in piedi. Forse per riguardo nei suoi confronti, il commissario Asunander gli affida un cold case,

Sunrise's Review

SunriseSunrise wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
Dei libri di Nasser è sicuramente quello che mi è piaciuto meno: una trama quantomeno un po' sgangherata e, alla fin fine, improbabile, dove l'autore è riuscito a ficcarci - oltre al giallo in sé - anche figli illegittimi e assolutamente sconosciuti per una quarantina di anni di commissari pensionandi, vedovi stralunati che - non essendo evidentemente ritenuto sufficiente il "rapporto con Nostro Signore" nell'economia del romanzo - sentono "voci" e hanno "visioni" (nella persona di Barbarotti medesimo), mogli morte che ti avvertono dei pericoli e ti scrivono lettere nelle quali designano chi prenderà il loro posto con estrema scioltezza.............
La cosa più difficile è e resta il sapersi fermare appena un attimo prima di scadere nel mediocre...