Disturbo della pubblica quiete
by Luca Bizzarri
(*)(*)(*)(*)( )(29)
"Speriamo non sia nulla di grave, che sono già quasi le undici.» Salendo in macchina Rossetti lo riportò sulla terra. Non lo poteva dire, ma stavolta era d'accordo con lui: il turno sarebbe finito a mezzanotte e certe sere poteva capitare che per un ubriacone che aveva rotto lo specchietto di una ma... More

All Quotations

2
NF404NF404 added a quotation
00
A me, quando mi chiamano “negro”, mi piace. Mi dà un senso di forza, di potenza: “negro” è una bellissima parola, ha dentro millenni di storia, di sofferenze, ma anche di orgoglio, di teste che non si sono mai abbassate veramente, di schiene che si sono piegate, spezzate, ma che sono rimaste lì. Anzi, più sento del disprezzo in chi mi dice “negro”, più percepisco anche la paura, il rispetto.
Io sono negro.
La mia vita non è cambiata perché sono diventato meno negro, è cambiata perché sono diventato meno povero.
NF404NF404 added a quotation
00
A me, quando mi chiamano “negro”, mi piace. Mi dà un senso di forza, di potenza: “negro” è una bellissima parola, ha dentro millenni di storia, di sofferenze, ma anche di orgoglio, di teste che non si sono mai abbassate veramente, di schiene che si sono piegate, spezzate, ma che sono rimaste lì. Anz... More
NF404NF404 added a quotation
00
in fondo a pensarci bene tutte le rivoluzioni, anche quelle culturali, sono cominciate sempre per lo stesso motivo: i soldi. E cosa siamo qui a fare, lontani da casa, se non i soldi? Questo vedete voi quando camminate sulle spiagge: soldi distesi su degli asciugamani; questo vedono arrivare i residenti: gente che vuole i loro soldi. E la cosa che rende tutto paradossale è che ci detestano, hanno paura di noi, ma alla fine ci danno i loro soldi. Ce li danno spontaneamente. Comprano le nostre merci, i tuoi occhiali scadenti e i suoi cappelli orrendi. E non è che ce li comprano perché ne hanno bisogno, li comprano perché siamo noi a venderglieli. Perché in un mercato che li mette sempre nella posizione del più debole, con noi hanno finalmente una posizione di forza. Ed è meraviglioso stare in una posizione di forza. (...) Ed è estremamente stimolante trattare le persone da una posizione sopraelevata, estremamente. Soprattutto se tutti i giorni in ufficio, al lavoro, in casa, vivi coi piedi di qualcuno perennemente sulla testa.
NF404NF404 added a quotation
00
in fondo a pensarci bene tutte le rivoluzioni, anche quelle culturali, sono cominciate sempre per lo stesso motivo: i soldi. E cosa siamo qui a fare, lontani da casa, se non i soldi? Questo vedete voi quando camminate sulle spiagge: soldi distesi su degli asciugamani; questo vedono arrivare i reside... More