Donna per caso
by Jonathan Coe
(*)(*)(*)( )( )(2,397)
Per Maria non c'è nulla di certo. La sua vita è una sequenza di episodi accidentali. L'amicizia di chi la circonda non la smuove, e non la smuovono neppure le reiterate offerte di matrimonio da parte di Ronny, innamorato devoto. Le piace vivere dentro i confini che certamente sente come il suo mondo

All Reviews

313 + 20 in other languages
saltatoresaltatore wrote a review
01
(*)(*)( )( )( )
andarerandomandarerandom wrote a review
01
(*)(*)( )( )( )
LeggoQuandoVoglioLeggoQuandoVoglio wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
8.5/10
""E se io morissi prima di allora?"
Qui dovete immaginare una breve pausa di silenzio."

Donna per caso è il primo libro pubblicato di Jonathan Coe.

Di questo autore sto, mese per mese, leggendo tutto ciò che ha scritto e, ogni volta che leggo una nuova opera, rimango stupita da qualcosa.

Questa volta a stupirmi è stato lo stile dello scrittore. Che Coe scrivesse bene mi era noto già da tempo, ma mai avrei potuto immaginare di ritrovare in questa breve opera d'esordio una consapevolezza tale. Questo libro è, certamente, da leggere come un esercizio di stile perfettamente riuscito. Durante tutta la storia (in modo crescente ed evidente) Coe utilizza la metanarrazione, non solo facendoci sentire la sua presenza ma, via via, commentando sia ciò che accade che le le sue stesse scelte letterarie, che la struttura del libro.
Il narratore è onnisciente e sa anche cosa accadrà nel futuro della giovane protagonista e non si fa remore a decidere cosa raccontare e come, spiegandoci anche il perché. La narrazione rispetta l'ordine cronologico degli accadimenti ma, talvolta, presenta piccole anticipazioni del futuro.
Per tutta la narrazione abbiamo l'impressione che l'autore ci stia mostrando le scene da lui raccontate, e ci riesce con una vividezza incredibile, dovuta ai dettagli e dalla scelta accurata delle parole. Questo si riesce a percepire sin dall'incipit.
Questo è sicuramente il vero motivo per cui il libro andrebbe letto, sia per crescere come lettori che, in caso lo foste, come scrittori.

Il resto della recensione su
leggoquandovoglio.it/libro/5c89543f379858b002a0febf