Educazione siberiana
by Nicolai Lilin
(*)(*)(*)(*)( )(4,492)
Cosa significa nascere, crescere, diventare adulti in una terra di nessuno, in un posto che pare fuori dal mondo? Pochi forse hanno sentito nominare la Transnistria, regione dell'ex Urss autoproclamatasi indipendente nel 1990 ma non riconosciuta da nessuno Stato. In Transnistria, ai tempi di questa storia, la criminalità era talmente diffusa che un anno di servizio in polizia ne valeva cinque, proprio come in guerra. Nel quartiere Fiume Basso si viveva seguendo la tradizione siberiana e i ragazzi si facevano le ossa scontrandosi con gli "sbirri" o i minorenni delle altre bande. Lanciando molotov contro il distretto di polizia, magari: "Quando le vedevo attraversare il muro e sentivo le piccole esplosioni seguite dalle grida degli sbirri e dai primi segni di fumo nero che come fantastici draghi si alzavano in aria, mi veniva da piangere tanto ero felice". La scuola della strada voleva che presto dal coltello si passasse alla pistola. "Eravamo abituati a parlare di galera come altri ragazzini parlano del servizio militare o di cosa faranno da grandi". Ma l'apprendistato del male e del bene, per la comunità siberiana, è complesso, perché si tratta d'imparare a essere un ossimoro, cioè un "criminale onesto". Con uno stile intenso ed espressivo, anche in virtù di una buona ma non perfetta padronanza dell'italiano, a tratti spiazzante, con una sua dimensione etica, oppure decisamente comico, Nicolai Lilin racconta un mondo incredibile, tragico, dove la ferocia e l'altruismo convivono con naturalezza.

All Quotations

64
MarcoMarco added a quotation
00
Guarda come siamo messi, figliolo... Gli uomini nascono felici, però si autoconvincono che la felicità è qualcosa che devono trovare nella vita... E cosa siamo? Un branco di animali senza istinto, che seguono idee sbagliate, cercando quello che già hanno...
MarcoMarco added a quotation
00
Guarda come siamo messi, figliolo... Gli uomini nascono felici, però si autoconvincono che la felicità è qualcosa che devono trovare nella vita... E cosa siamo? Un branco di animali senza istinto, che seguono idee sbagliate, cercando quello che già hanno...
Giorgia NizzaroGiorgia Nizzaro added a quotation
00
…sono ancora tanto incerto su molte cose che fanno girare questo mondo. Soprattutto, più vado avanti più mi convinco che la giustizia è sbagliata come concetto, almeno quella umana.
Giorgia NizzaroGiorgia Nizzaro added a quotation
00
…sono ancora tanto incerto su molte cose che fanno girare questo mondo. Soprattutto, più vado avanti più mi convinco che la giustizia è sbagliata come concetto, almeno quella umana.
RobynaRobyna added a quotation
01
"...ma come faccio a sapere che ore sono, se sono una persona felice? Lo sapete che le persone felici non contano il tempo, perché nella loro vita ogni momento scorre con piacere?"
RobynaRobyna added a quotation
01
"...ma come faccio a sapere che ore sono, se sono una persona felice? Lo sapete che le persone felici non contano il tempo, perché nella loro vita ogni momento scorre con piacere?"
MuMuMunyMuMuMuny added a quotation
00
«Lo sai perché Dio ha dato all'uomo una vita più lunga di quella degli animali?»
«No, non ci ho mai pensato...»
«Perché gli animali vivono seguendo il loro istinto e non fanno sbagli. L'uomo vive seguendo la ragione, quindi ha bisogno di una parte della vita per fare sbagli, un'altra per poterli capire, e una terza per cercare di vivere senza sbagliare.»
MuMuMunyMuMuMuny added a quotation
00
«Lo sai perché Dio ha dato all'uomo una vita più lunga di quella degli animali?»
«No, non ci ho mai pensato...»
«Perché gli animali vivono seguendo il loro istinto e non fanno sbagli. L'uomo vive seguendo la ragione, quindi ha bisogno di una parte della vita per fare sbagli, un'altra per poterli capire,
More
IvanIvan added a quotation
00
Una volta, mentre eravamo a pesca, parlavamo proprio di felicità. A un certo punto, lui mi ha chiesto:
- Guarda gli animali, secondo te loro ne sanno qualcosa della felicità?
- Beh, penso che anche gli animali ogni tanto si sentono tristi o felici, solo che non riescono a esprimere i loro sentimenti... - ho risposto io.
Lui mi ha guardato in silenzio e poi ha detto:
- E lo sai perché Dio ha dato all'uomo una vita più lunga di quella degli animali?
- No, non ci ho mai pensato...
- Perché gli animali vivono seguendo il loro istinto e non fanno sbagli. L'uomo vive seguendo la ragione, quindi ha bisogno di una parte della vita per fare sbagli, un'altra per poterli capire, e una terza per cercare di vivere senza sbagliare.
IvanIvan added a quotation
00
Una volta, mentre eravamo a pesca, parlavamo proprio di felicità. A un certo punto, lui mi ha chiesto:
- Guarda gli animali, secondo te loro ne sanno qualcosa della felicità?
- Beh, penso che anche gli animali ogni tanto si sentono tristi o felici, solo che non riescono a esprimere i loro sentimenti...
More
IvanIvan added a quotation
00
«Chi vuole troppo è un pazzo, perché un uomo non può possedere più di quello che il suo cuore riesce ad amare. Tutti vogliono fare affari, vedere le loro famiglie felici e far crescere i propri figli nel bene e nella pace: questo è giusto, solo così si può condividere il mondo che Nostro Signore ha creato per noi».
IvanIvan added a quotation
00
«Chi vuole troppo è un pazzo, perché un uomo non può possedere più di quello che il suo cuore riesce ad amare. Tutti vogliono fare affari, vedere le loro famiglie felici e far crescere i propri figli nel bene e nella pace: questo è giusto, solo così si può condividere il mondo che Nostro Signore ha creato More
Timoria VendikattivanTimoria Vendikattivan added a quotation
00
Ma come mai vanno tutti in America dicendo che cercano la libertà? I nostri antenati si sono
rifugiati nel bosco, in Siberia, mica sono andati in America. E poi perché fuggire dal regime sovietico per finire in quello americano? Sarebbe come se un uccello scappato dalla gabbia andasse volontariamente a vivere in un'altra gabbia...
Timoria VendikattivanTimoria Vendikattivan added a quotation
00
Ma come mai vanno tutti in America dicendo che cercano la libertà? I nostri antenati si sono
rifugiati nel bosco, in Siberia, mica sono andati in America. E poi perché fuggire dal regime sovietico per finire in quello americano? Sarebbe come se un uccello scappato dalla gabbia andasse volontariamente
More
PerlinaPerlina added a quotation
00
"Chi vuole troppo è un pazzo, perché un uomo non può possedere più di quello che il suo cuore riesce ad amare. Tutti vogliono fare affari, vedere le loro famiglie felici e far crescere i propri figli nel bene e nella pace: questo è giusto, solo così si può condividere il mondo che Nostro Signore ha creato per noi".
PerlinaPerlina added a quotation
00
"Chi vuole troppo è un pazzo, perché un uomo non può possedere più di quello che il suo cuore riesce ad amare. Tutti vogliono fare affari, vedere le loro famiglie felici e far crescere i propri figli nel bene e nella pace: questo è giusto, solo così si può condividere il mondo che Nostro Signore ha creato More
mallomallo added a quotation
00
«Che vita mi tocca fare, - un modo di dire ebraico, che loro attaccano dappertutto, - siete di nuovo qui a rompere i coglioni...»
Quello era il suo modo di darci il benvenuto, in fondo ci voleva un casino di bene a tutti quanti.
mallomallo added a quotation
00
«Che vita mi tocca fare, - un modo di dire ebraico, che loro attaccano dappertutto, - siete di nuovo qui a rompere i coglioni...»
Quello era il suo modo di darci il benvenuto, in fondo ci voleva un casino di bene a tutti quanti.
mallomallo added a quotation
01
Diceva sempre che la vera arma di ogni gentiluomo è la sua eleganza: con quella si poteva fare tutto - rapinare, uccidere, rubare, mentire - senza mai essere sospettati.
mallomallo added a quotation
01
Diceva sempre che la vera arma di ogni gentiluomo è la sua eleganza: con quella si poteva fare tutto - rapinare, uccidere, rubare, mentire - senza mai essere sospettati.