Fate
by Alan Lee, Brian Froud
(*)(*)(*)(*)(*)(885)
Gli autori di questo libro, magistralmente illustrato, hanno svolto uno studio attento e minuzioso, depurando la realtà dalla superstizione e ci rivelano che ci sono fate assai diverse fra loro: ci sono quelle delle acque, quelle dei fiori e quelle degli alberi e ci sono elfi, folletti verdi e coboldi. Di tutte queste creature meravigliose vengono descritti i modi di vivere, le dimore, i passatempi, i capricci, gli scherzi. Un libro che ci fa entrare nel mondo incantato di magiche e incredibili creature.

All Quotations

3
Samo 萨莫Samo 萨莫 added a quotation
00
Il fungo che più viene associato alle Fate è il rosso Ovolo malefico (Amanita muscaria), che ha proprietà tossiche e allucinogine. I vichinghi mangiavano questo fungo magico per scatenare la loro furia combattiva, nota come <<Berserk>>.
Samo 萨莫Samo 萨莫 added a quotation
00
Il fungo che più viene associato alle Fate è il rosso Ovolo malefico (Amanita muscaria), che ha proprietà tossiche e allucinogine. I vichinghi mangiavano questo fungo magico per scatenare la loro furia combattiva, nota come <<Berserk>>.
Samo 萨莫Samo 萨莫 added a quotation
00
Una leggenda narra di un giovane chiamato Shon ap Shenkin che, in una bella mattina estiva, fu incantato dal suono di una melodia elfica. Si sedette sotto un albero ad ascoltare, e quando le ultime note della musica si spensero, si alzò in piedi e rimase di stucco nel vedere che l'albero sopra di lui, prima verde e lussureggiante, era completamente secco.
Tornando a casa, scoprì che la sua dimora aveva un aspetto strano: era invecchiata e ricoperta di edera. Sulla soglia c'era un vecchio, uno sconosciuto, che salutò Shon e gli chiese cosa volesse. Shon, sorpreso, rispose che solo pochi minuti prima aveva lasciato suo padre e sua madre proprio in quella casa. Il veccho gli domandò il nome. <<Shon ap Shenkin>> rispose il ragazzo. Il vecchio divenne mortalmente pallido e disse: <<Ho sentito spesso mio nonno, tuo padre, parlare della tua scomparsa>>. A queste parole Shon ap Shenkin si sgretolò in polvere sui gradini della soglia.
Samo 萨莫Samo 萨莫 added a quotation
00
Una leggenda narra di un giovane chiamato Shon ap Shenkin che, in una bella mattina estiva, fu incantato dal suono di una melodia elfica. Si sedette sotto un albero ad ascoltare, e quando le ultime note della musica si spensero, si alzò in piedi e rimase di stucco nel vedere che l'albero sopra di lui, More
AipimAipim added a quotation
10
AipimAipim feed_activity_added_quotation
10