Fausto e Anna
by Carlo Cassola
(*)(*)(*)(*)( )(553)
Volterra, anni Trenta. Fausto e Anna vivono l’incanto del primo amore tra inquietudini adolescenziali e condizionamenti dell’ambiente. Si ritrovano anni dopo – Fausto partigiano, Anna moglie e madre – separati per sempre da cammini differenti. Il passaggio all’età adulta si eleva a paradigma della c... More

All Quotations

ClaraClara added a quotation
00
“Un intellettuale non appartiene a nessuna classe, a nessun partito; un intellettuale fa parte per se stesso. E, per quanto si sforzi, non può uscire dal cerchio del proprio egoismo. Io mi ci sono provato, più volte, a uscire fuori dal mio egoismo, a cercare di prendere contatto con gli altri uomini. [...] Noi intellettuali non abbiamo il senso della solidarietà;”
ClaraClara added a quotation
00
“Un intellettuale non appartiene a nessuna classe, a nessun partito; un intellettuale fa parte per se stesso. E, per quanto si sforzi, non può uscire dal cerchio del proprio egoismo. Io mi ci sono provato, più volte, a uscire fuori dal mio egoismo, a cercare di prendere contatto con gli altri uomini... More
ClaraClara added a quotation
00
“Il soldato [...] dev’essere un uomo d’onore, un gentleman: un gentiluomo. Se non è un gentiluomo, allora è un assassino. Di qui non si scappa. [...] La guerra va fatta ad armi pari, e uccidere un uomo che non si può difendere non è più guerra, è un crimine, un’infamia...”
ClaraClara added a quotation
00
“Il soldato [...] dev’essere un uomo d’onore, un gentleman: un gentiluomo. Se non è un gentiluomo, allora è un assassino. Di qui non si scappa. [...] La guerra va fatta ad armi pari, e uccidere un uomo che non si può difendere non è più guerra, è un crimine, un’infamia...”
ClaraClara added a quotation
00
“Un prigioniero non si fucila mai; a maggior ragione un prigioniero ferito.”
ClaraClara added a quotation
00
“Un prigioniero non si fucila mai; a maggior ragione un prigioniero ferito.”
ClaraClara added a quotation
00
“Uccidere è una cosa da niente [...] quando si crede di metter fine solo a un po’ di materia. È quando si sa che dentro a questo po’ di materia vive un’anima immortale che si comprende in tutto il suo significato l’ammonimento: Non uccidere! Non uccidere: chi si prende l’arbitrio di spengere la vita altrui, spenge insieme anche la propria, macchia indelebilmente la propria anima...”
ClaraClara added a quotation
00
“Uccidere è una cosa da niente [...] quando si crede di metter fine solo a un po’ di materia. È quando si sa che dentro a questo po’ di materia vive un’anima immortale che si comprende in tutto il suo significato l’ammonimento: Non uccidere! Non uccidere: chi si prende l’arbitrio di spengere la vita... More
ClaraClara added a quotation
00
“Tu sei troppo nelle nuvole. [...] È il difetto di voi intellettuali. Pensate, pensate, e ne vengono fuori delle idee magari bellissime, ma... La vostra è poesia, ma la realtà è ben diversa. La realtà è che l’uomo ha bisogno di mangiare, e con le chiacchiere non arriverai mai a sfamarlo.”
ClaraClara added a quotation
00
“Tu sei troppo nelle nuvole. [...] È il difetto di voi intellettuali. Pensate, pensate, e ne vengono fuori delle idee magari bellissime, ma... La vostra è poesia, ma la realtà è ben diversa. La realtà è che l’uomo ha bisogno di mangiare, e con le chiacchiere non arriverai mai a sfamarlo.”
ClaraClara added a quotation
00
“La troppa luce è a volte più spiacevole del buio”
ClaraClara added a quotation
00
“La troppa luce è a volte più spiacevole del buio”
ClaraClara added a quotation
00
“Io sono sempre stato contrario alla guerra. [...] Anche a quell’altra, e mi toccò andarci. Io dico sempre: macché guerra! La guerra distrugge, non produce. Come mai i capi non lo capiscono? Non dovrebbero fare mai la guerra. Non ci dovrebbero esser guerre. Ciascuno a casa sua, e lavorare in pace.”
ClaraClara added a quotation
00
“Io sono sempre stato contrario alla guerra. [...] Anche a quell’altra, e mi toccò andarci. Io dico sempre: macché guerra! La guerra distrugge, non produce. Come mai i capi non lo capiscono? Non dovrebbero fare mai la guerra. Non ci dovrebbero esser guerre. Ciascuno a casa sua, e lavorare in pace.”
ClaraClara added a quotation
00
“Tutta questa povera gioventù a morire. [...] Non dico mica gl’italiani soltanto: anche i tedeschi, gl’inglesi, i russi, poverini: che tutti hanno le loro mamme”
ClaraClara added a quotation
00
“Tutta questa povera gioventù a morire. [...] Non dico mica gl’italiani soltanto: anche i tedeschi, gl’inglesi, i russi, poverini: che tutti hanno le loro mamme”
ClaraClara added a quotation
01
“L’arte, la cultura erano il rifugio degli scarti, di coloro che nella vita avevano ricevuto solo umiliazioni”
ClaraClara added a quotation
01
“L’arte, la cultura erano il rifugio degli scarti, di coloro che nella vita avevano ricevuto solo umiliazioni”
Agnese993Agnese993 added a quotation
00
"Era un gioco molto bello, questo della guerra. Io avevo diciott'anni e mi ci sono divertito assai. Era divertente mettersi lo Sten a tracolla e le bombe a mano alla cintola. E ancora più divertente sparare. Ma, vedete, non era un gioco la guerra. Ci siamo sbagliati. Guardate i miei occhi vitrei, la bava sanguigna che mi esce dalla bocca, e quest'orribile colore giallo sparso per tutto il mio corpo! Credevamo di giocare, ed era invece una cosa terribile, spaventosa! Smettete, ragazzi, voi che siete in tempo!"
Agnese993Agnese993 added a quotation
00
"Era un gioco molto bello, questo della guerra. Io avevo diciott'anni e mi ci sono divertito assai. Era divertente mettersi lo Sten a tracolla e le bombe a mano alla cintola. E ancora più divertente sparare. Ma, vedete, non era un gioco la guerra. Ci siamo sbagliati. Guardate i miei occhi vitrei, la... More