Fiori sopra l'inferno
by Ilaria Tuti
(*)(*)(*)(*)( )(1,154)
«Tra i boschi e le pareti rocciose a strapiombo, giù nell’orrido che conduce al torrente, tra le pozze d’acqua smeraldo che profuma di ghiaccio, qualcosa si nasconde. Me lo dicono le tracce di sangue, me lo dice l’esperienza: è successo, ma potrebbe risuccedere. Questo è solo l’inizio. Qualcosa di sconvolgente è accaduto, tra queste montagne. Qualcosa che richiede tutta la mia abilità investigativa. Sono un commissario di polizia specializzato in profiling e ogni giorno cammino sopra l’inferno. Non è la pistola, non è la divisa: è la mia mente la vera arma. Ma proprio lei mi sta tradendo. Non il corpo acciaccato dall’età che avanza, non il mio cuore tormentato. La mia lucidità è a rischio, e questo significa che lo è anche l’indagine. Mi chiamo Teresa Battaglia, ho un segreto che non oso confessare nemmeno a me stessa, e per la prima volta nella vita ho paura.»

Questo non è soltanto l’esordio di una scrittrice di grandissimo talento. Non è soltanto un thriller dal ritmo implacabile e dall’ambientazione suggestiva. Questo è il debutto di una protagonista indimenticabile per la sua straordinaria umanità, il suo spirito indomito, la sua rabbia e la sua tenerezza.

All Quotations

24
Giulia MacchiGiulia Macchi added a quotation
00
Dopo giorni di luce metallica e notti precoci, quella mattina i tetti e le strade dei paesini della valle brillavano sotto un sole fulgido. La bufera sembrava avere mondato ogni cosa. Non c’era più traccia del nevischio sporco ai lati delle strade, delle finestre macchiate di pioggia e della natura marcescente nei canali di scolo. Tutto era candido e coperto di forme arrotondate. Profumava di ghiaccio e legna che ardeva nei camini.
Giulia MacchiGiulia Macchi added a quotation
00
Dopo giorni di luce metallica e notti precoci, quella mattina i tetti e le strade dei paesini della valle brillavano sotto un sole fulgido. La bufera sembrava avere mondato ogni cosa. Non c’era più traccia del nevischio sporco ai lati delle strade, delle finestre macchiate di pioggia e della natura marcescente More
ArditoeufemismoArditoeufemismo added a quotation
01
La vita faceva paura, a guradarla in faccia per quello che davvero poteva essere, ma restava sacra, inviolabile, un'avventura straordinaria che andava affrontata con il cuore a mille e un senso del meraviglioso che non poteva spegnersi nemmeno di fronto al dolore più straziante.
ArditoeufemismoArditoeufemismo added a quotation
01
La vita faceva paura, a guradarla in faccia per quello che davvero poteva essere, ma restava sacra, inviolabile, un'avventura straordinaria che andava affrontata con il cuore a mille e un senso del meraviglioso che non poteva spegnersi nemmeno di fronto al dolore più straziante.
BeaBea added a quotation
00
Se dovessi scrivere tutto quello che penso di questo libro non direi entro fine giornata. Posso solo dire che ho colorato il secondo (ninfea dormeiente) prima di finire questo
BeaBea added a quotation
00
Se dovessi scrivere tutto quello che penso di questo libro non direi entro fine giornata. Posso solo dire che ho colorato il secondo (ninfea dormeiente) prima di finire questo
GiulyAGiulyA added a quotation
01
"Forse loro vedono il mondo meglio di noi" disse, in un sussurro. "Vedono l'inferno che abbiamo sotto i piedi, mentre noi contempliamo i fiori che crescono sul terreno. Il loro passato li ha privati di un filtro che a noi invece è stato concesso."
"....in un lontano passato hanno sofferto e quella sofferenza li ha trasformati in ciò che sono. Io questo non lo posso dimenticare".
GiulyAGiulyA added a quotation
01
"Forse loro vedono il mondo meglio di noi" disse, in un sussurro. "Vedono l'inferno che abbiamo sotto i piedi, mentre noi contempliamo i fiori che crescono sul terreno. Il loro passato li ha privati di un filtro che a noi invece è stato concesso."
"....in un lontano passato hanno sofferto e quella sofferenza
More
GiulyAGiulyA added a quotation
01
E' forse bravo un lupo che divora la preda o è semplicemente se stesso?
GiulyAGiulyA added a quotation
01
E' forse bravo un lupo che divora la preda o è semplicemente se stesso?
Laura CasagrandeLaura Casagrande added a quotation
00
Forse loro vedono il mondo meglio di noi. Vedono l’inferno che abbiamo sotto i piedi, mentre noi contempliamo i fiori che crescono sul terreno.
Laura CasagrandeLaura Casagrande added a quotation
00
Forse loro vedono il mondo meglio di noi. Vedono l’inferno che abbiamo sotto i piedi, mentre noi contempliamo i fiori che crescono sul terreno.
00
“La solitudine era una coinquilina discreta, che non invadeva mai gli spazi e lasciava tutto com'era. Non aveva odore, né colore. Era un'assenza, un'entità che si definiva per contrapposizione, come il vuoto, ma esisteva.”
00
“La solitudine era una coinquilina discreta, che non invadeva mai gli spazi e lasciava tutto com'era. Non aveva odore, né colore. Era un'assenza, un'entità che si definiva per contrapposizione, come il vuoto, ma esisteva.”
00
«Forse loro vedono il mondo meglio di noi» disse, in un sussurro. «Vedono l’inferno che abbiamo sotto i piedi, mentre noi contempliamo i fiori che crescono sul terreno. Il loro passato li ha privati di un filtro che a noi invece è stato concesso. Questo non vuol dire che abbiano ragione a uccidere, o che io li giustifichi»
«E allora che cosa significa?»
«Che in un lontano passato hanno sofferto e quella sofferenza li ha trasformati in ciò che sono. Io questo non lo posso dimenticare»
00
«Forse loro vedono il mondo meglio di noi» disse, in un sussurro. «Vedono l’inferno che abbiamo sotto i piedi, mentre noi contempliamo i fiori che crescono sul terreno. Il loro passato li ha privati di un filtro che a noi invece è stato concesso. Questo non vuol dire che abbiano ragione a uccidere, o More
00
"E' l'eclissi della mente a togliermi il sonno, perché altro non sono se non i miei pensieri, i ricordi, le speranze legate ai sogni. Altro non sono se non queste emozioni e la mia dignità."
00
"E' l'eclissi della mente a togliermi il sonno, perché altro non sono se non i miei pensieri, i ricordi, le speranze legate ai sogni. Altro non sono se non queste emozioni e la mia dignità."
Olaf72Olaf72 added a quotation
00
Era curiosa di scoprire perché avesse chiesto il trasferimento da una grande città a un piccolo capoluogo di provincia. Tra lui e che cosa, o chi, aveva frapposto più di cinquecento chilometri? Si fugge da ciò che spaventa e ferisce, o vuole farvi prigionieri, pensò. Un amore finito solo a parole, forse, ma sul suo volto non c'era traccia di struggimento e notti insonni. Solo tensione, al momento, e la causa era lei, non qualche bella ragazza reticente. Qualcos'altro lo aveva fatto scappare.
Olaf72Olaf72 added a quotation
00
Era curiosa di scoprire perché avesse chiesto il trasferimento da una grande città a un piccolo capoluogo di provincia. Tra lui e che cosa, o chi, aveva frapposto più di cinquecento chilometri? Si fugge da ciò che spaventa e ferisce, o vuole farvi prigionieri, pensò. Un amore finito solo a parole, forse, More