Frieda
by Annabel Abbs
(*)(*)(*)(*)( )(12)
Nottingham, 1907. I coniugi Weekley formano una coppia insolita. Il mite Ernest non spicca per il suo fascino, ha origini umili ed è uno studioso di etimologia barricato in un mondo di prevedibili radici e desinenze. Frieda - la baronessa Von Richthofen - è di una bellezza straordinaria, discende da... More

Gabriele's Review

GabrieleGabriele wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
FRIEDA (Annabel Abbs)
Questa è la biografia romanzata di Frieda Von Richthofen, la donna che ha ispirato a D.H. Laurence la figura di Lady Chatterley. La storia inizia nel 1907, a Nottingham, dove Frieda vive col marito Ernest Weekley ed i loro tre figli. Ernst è uno studioso di etimologia, uomo insignificante e di umili origini. Lei è la baronessa Von Richthofen, donna di straordinaria bellezza, discendente da una famiglia di aristocratici tedeschi. La svolta alle sue mediocri giornate si ha quando, per reazione ad un periodo in cui si sente demotivata e senza stimoli, decide di recarsi a Monaco in visita alla sorella. Qui trova un mondo nuovo, effervescente, ricco di scoperte scientifiche e psicologiche e, soprattutto, conosce il concetto di amore libero. Si innamora del grande psicoanalista Otto Gross, già amante della sorella, e arriva addirittura a progettare una fuga con lui, ma all’ultimo rinuncia per tornare a casa dai suoi figli. Però qualcosa ormai si è mosso dentro di lei: "Lo chiamo ciò che potrei essere". In questo momento magico conosce uno degli studenti di suo marito, più giovane di lei di sei anni, figlio di un minatore, un giovane abile scrittore: D. H. Lawrence. È subito un’attrazione fatale che li vedrà fuggire insieme lungo il continente e, dopo turbinose vicissitudini, finire per sposarsi.
Un romanzo scritto con uno stile un po’ “antico”, che imita quello lawrenciano nelle scene erotiche, ma complessivamente una buona lettura.
GabrieleGabriele wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )