Guida galattica per gli autostoppisti
by Douglas Adams
(*)(*)(*)(*)(*)(15,159)
Lontano, nei dimenticati spazi non segnati nelle carte geografiche dell'estremo limite della Spirale Ovest della Galassia, c'è un piccolo e insignificante sole giallo. A orbitare intorno a esso, alla distanza di centoquarantanove milioni di chilometri, c'è un piccolo, trascurabilissimo pianeta azzur... More

All Reviews

1766 + 267 in other languages
LilithLilith wrote a review
01
Addio e grazie per tutto il pesce
“Lo spazio è vasto. Davvero vasto. Non riuscireste mai a credere quanto enormemente incredibilmente e sbalorditivamente vasto esso sia. Voglio dire, magari voi pensate che andare fino in farmacia sia un bel tratto di strada, ma è una bazzecola in confronto allo spazio. Ascoltate…”

La guida galattica per gli autostoppisti comincia così, ma lo scoprirete solo al capitolo 8.
Dev’essere una guida incredibilmente e sbalorditivamente interessante da leggere, perché dovete sapere che in quello spazio così vasto davvero vasto possono succedere cose come questa:

„L’Universo reale se ne andò disgustato inarcandosi sotto di loro. Vari finti universi passarono silenziosi, come capre di montagna. Esplose la luce primordiale, spruzzando spaziotempo in giro come cucchiaiate di pannacotta. Fiorí il tempo, la materia scomparve. Il massimo numero primo si conglomerò tranquillo in un angolo e si nascose per l’eternità.”

O questa:

“Folli e lamentosi suoni di pifferi e di violini si incenerirono nel vento, donut freschi di padella saltarono fuori dalla strada per dieci pence l’uno, orribili pesci precipitarono dal cielo, e Arthur e Ford decisero di scappare. Si buttarono in mezzo a psichedelici muri di suono, a montagne di pensiero arcaico, a valli di musica da ascensore, fallimentari sessioni di shopping e fischi di rigore stonati […]”
.
.
La fantascienza non sarà mai il mio mestiere (semi-cit.), ma riconosco che il sig. Adams qui ha fatto un ottimo lavoro: è un libro brillante, regala citazioni a catinelle, divertente nei suoi apparenti nonsense (che invece sense ce l’hanno eccome), ma soprattutto piace a chiunque pur non cadendo nel banale, e per questo alzo le mani e mi tolgo il cappello.
Senza che nessuno si offenda, lo definirei un eccellente libro da ombrellone. Non per screditarlo, ma perché risponde perfettamente a tutte le esigenze dei libri da ombrellone: si legge in due pomeriggi, è leggero, scorrevole, e vi farà sorridere o persino ridere più e più volte.

Ah, e poi vi darà la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto. Ma non farò spoiler, dovrete leggerlo per saperla.
ScriccioloromaScriccioloroma wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
"Guida" e "Niente Panico"
recensione alla "Guida galattica per gli autostoppisti":
42, ginnan tonnix (whisky e soda),Chesterfield, bizzarre astronavi e verbi neologismi, woop, matematica in una coscia di pollo, le feste (idee basilari),cricket, volare senza esserne consapevoli, robot (Marvin 💕),computer, delfini scomparsi, M C Escher, stuzzicadenti, quando andare a prendere la borsa e quando no, asceti, spazio di escher, Random, uccello nero, Bestia Perfettamente Normale, club Stavro, aragoste.
Buon viaggio e ricordatevi l'asciugamani.
Alcuni libri vi piaceranno di più di altri....
La comicità non sense o gli avvenimenti improbabili che alla fine si congiungono mi ricordano jonas jonasson (autore del centenario che incontra i potenti della terra) all'ennesima potenza.
biografia "niente panico"
biografia dell'autore Fa parte dei Monty Python, ha bisogno di un "lavoro come si deve" ventiquattrenne fallito, gli hamburger (forse è il motivo per cui compaiono nella guida).
L'anno peggiore della sua vita: 1976.
Ottimo lo sketch "kamikaze a rapporto".
La guida alla radio e "Dottor Who" in tv, teatro, canzoni, la radio vs tv, videogames, Dirk Gently serie tv che consiglio di vedere, fumetti, azienda multimediale, la sua morte (11 maggio 2001,pag.186) prima funzione religiosa trasmessa in diretta via web dalla BBC, raccolta fondi e diffondere coscienza ambientale, il film, "Starman" asteroide, "e un'altra cosa" il sesto libro, ma non scritto da Douglas (non lo leggerò...)
ps ammetto che non ho letto le appendici... forse un giorno ;)
le stellette sono una media tra i due ;)
NF404NF404 wrote a review
02
(*)(*)(*)(*)( )
GiovanimarmotteGiovanimarmotte wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )