Harry Potter and the Cursed Child, Parts 1 & 2
by Jack Thorne
(*)(*)(*)(*)( )(2,868)
Special Rehearsal Edition Script.

Based on an original new story by J.K. Rowling, John Tiffany and Jack Thorne, a new play by Jack Thorne.

It was always difficult being Harry Potter and it isn't much easier now that he is an overworked employee of the Ministry of Magic, a husband, and father of three school-age children.

While Harry grapples with a past that refuses to stay where it belongs, his youngest son Albus must struggle with the weight of a family legacy he never wanted. As past and present fuse ominously, both father and son learn the uncomfortable truth: sometimes, darkness comes from unexpected places.

All Reviews

18 + 449 in other languages
IrenejanebooksIrenejanebooks wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
mementomihimementomihi wrote a review
15
(*)(*)( )( )( )
(SPOILERS, OH SO MANY SPOILERS)
Voglio troppo bene a Harry per poter dire che non mi è piaciuto ma per lo stesso motivo non me la sento di dire il contrario. Se i primi tre atti non sono niente di nocivo ma nemmeno strettamente necessari, il quarto atto lo reputo quasi offensivo.
(SPOILERS)
Partiamo col dire che sì, è una sceneggiatura. E una sceneggiatura non è fatta per essere letta, scommetto che aver prima visto lo spettacolo teatrale aggiunga già diversi punti a favore di The Cursed Child. Così come non è un'opera della Rowling soltanto. Non è l'ottavo romanzo della saga, ma una celebrazione. Ed effettivamente queste suonano più come scusanti che comi punti a favore di una sceneggiatura che ha sì una trama consistente, ma che si muove a un ritmo frenetico, impossibile, rendendo quel poco di buono una grande massa confusa e impersonale. Perché io (BIG SPOILER AHEAD) sono felice che Albus Severus Potter sia stato smistato nei Serpeverde, non mi sembra strano che Rose Granger-Weasley abbia un brutto carattere, non trovo assurdo il fatto che Scorpius Malfoy sia un geek con i fiocchi. Eppure, di nuovo, un grosso tuttavia albeggia all'orizzonte, non viene aggiunto nulla di nuovo. I personaggi sono risolti attraverso schemi già visti, le dinamiche sono anch'esse già vissute. Non viene esplorata nemmeno una nuova briciola del Wizarding World. Pozioni Polisucco, Algabranchia, treni persi, bagno delle femmine al primo piano.
Però ok, è un grand tour in fondo no? Ci può stare.
Ma non ci può stare l'uso e l'abuso del viaggio nel tempo. Sopratutto in un sequel. Sopratutto quando vai a creare un intreccio che si regge in piedi in modo assai malfermo e che si pone rispetto agli altri romanzi, rispetto a tutto quello che hai creato precedentemente, in una maniera talmente aliena che vien da chiedersi se stia accadendo tutto veramente o solo nella nostra testa (vorrei citare Silente ma non me la sento).
Però è Harry. E Hogwarts è casa tua.
Fino all'ultimo atto. Un autore deve portare rispetto al lettore, a sé stesso., ma sopratutto ai propri personaggi. E quando manchi di rispetto ai tuoi personaggi non c'è sceneggiatura, gran celebrazione, esercizio di stile che tenga.(SPOILERS, BIG SPOILERS).
Harry che fallisce miseramente come padre è già un grosso affronto. Ma niente può competere con il fatto che Voldemort abbia avuto una figlia.
Voldemort. Una figlia.
Una saga che parla di amicizia, del valore della famiglia, del valore e del potere delle scelte che facciamo, del lasciar andare, del crescere. Dell'amore. E Voldemort, incapace di ogni atto d'amore, ha concepito una figlia. Vien da sperare che la Rowling annunci che era un esperimento sociale e che l'ultimo atto è in realtà una fa fiction di Potterina90 o simili. Come se uscisse una pièce teatrale di Una Serie di Sfortunati Eventi dove viene fuori che "Hey! Ma i coniugi Baudelaire non sono mica morti! In realtà erano a prendere il sole a Capri".
No, non si fa.
E per quanto possa aver apprezzato tutto il resto, un finale del genere, una trovata del genere (SPOILER) con tanto di scena finale a Godric's Hollow nel 1981, mi lascia parecchio, parecchio infastidita, se non, diciamolo pure, decisamente incazzata.
Brannie26Brannie26 wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)