Hidden
by Kristin Cast, P. C. Cast
(*)(*)(*)(*)( )(178)
Serie: House of night n.10

La Casa della Notte è salva! Dopo mesi durissimi, alla fine io e miei amici siamo riusciti a scacciare Neferet dalla nostra scuola. Tuttavia la città è ancora in grave pericolo. Accecata dalla rabbia, l’ex Somma Sacerdotessa sta facendo di tutto per scatenare il caos tra
... More

All Reviews

10 + 16 in other languages
00
(*)(*)(*)( )( )
ChelseaHChelseaH wrote a review
42
(*)(*)(*)( )( )
Spoiler Alert
Sinceramente? Non so nemmeno da dove cominciare ad elencare le cose che non ho per nulla gradito in questo decimo capitolo della saga della House of Night.
Tre stelline, solo perché fino ad ora o per una ragione o per l'altra ho apprezzato questa serie e non è una cosa su cui si può passare sopra, ma in altre circostanze gli avrei dato forse una stellina e mezza. E sottolineo il forse.

La conversione al bene di Kalona - per quanto improvvisa e completamente priva di fondamento - poteva avere del grande potenziale se fosse stata sviluppata a dovere. Con ripensamenti, con profondi travagli interiori, con la tentazione costante di tornare a stringere amicizia con il lato oscuro della forza. Invece no, Kalona si è convertito sul serio in cinque minuti netti, no regrets! Complimenti a lui... (a proposito... abbiamo capito che Rephaim è il suo figliolo prediletto ma ecco... tutti gli altri dove sono finiti? Cosa ne pensano del caro paparino diventato un santo da un giorno all'altro? a quanto pare sono stati inghiottiti da un buco nero narrativo, misteri dell'editoria!).

Vogliamo poi parlare delle due apparizioni di Erebus? Nelle quali il caro e valoroso consorte di Nyx viene presentato come il povero idiota geloso che cerca di sbarazzarsi del rivale in amore (seriamente? un dio non ha nulla di meglio da fare? BLAH).

O Aurox, parliamo di Aurox! In certi punti fa perfino tenerezza, bisogna ammetterlo. Del resto non è colpa sua se le Cast gli hanno affibbiato la storyline più inutile e banale nella storia della House of Night. E non è nemmeno colpa di Heath, che viene accettato e riconosciuto come tale in due righe nette dopo che per metà romanzo tutti non hanno fatto altro che ripetere a Zoey "non ti puoi fidare di ciò che vedi attraverso la pietra!".

Stark? Parliamo anche di lui? Ok, sei il guerriero personale di Zoey, ma non è che se la lasci andare in bagno da sola vieni meno al tuo dovere. Forse qualcuno dovrebbe dirtelo. Magari le Cast già che ti hanno creato.

Rephaim poverino è passato dall'essere il personaggio più interessante a essere quello che si merita una comparsa ogni decina di pagina. Dove per comparsa intendo citazione, visto che non fa assolutamente nulla di utile per 252 pagine.

Neferet dopo aver ucciso professori a random, il povero Jack, Heath tramite Kalona e la madre di Zoey, finalmente riesce a mettere le mani anche su nonna Redbird. Dovevano pure inventarsi qualcosa per tirarla lunga.

Erin è passata al lato oscuro della forza senza apparente motivo, probabilmente perché a un certo punto di ogni storia c'è un buono che passa dall'altra parte.

Non lo so, non mi ha convinto per nulla questo libro (e sicuramente ho dimenticato qualcosa nel mio resoconto di ciò che mi ha profondamente infastidito), e l'ho reputato altamente inutile. Potevano non includerlo nella saga, tralasciare tutto ciò che è stato qui raccontato e nessuno ne avrebbe sentito la mancanza.

Confido nei prossimi due libri che - essendo gli ultimi - devono raccontare per forza della battaglia finale fra Zoey&co. e Neferet, in maniera seria stavolta. Speriamo!