I cento colori del blu
by Amy Harmon
(*)(*)(*)(*)( )(307)
A diciannove anni Blue Echohawk frequenta ancora il liceo. Abbandonata da sua madre quando aveva solo due anni, non conosce il suo vero nome, né la sua data di nascita. Indossa sempre vestiti attillatissimi e un trucco pesante: il sesso è il suo rifugio, un gioco per dimenticare tutto, per mettere s... More

All Reviews

57
00
(*)(*)(*)(*)( )
Ma quanto è brava Amy Harmon! Già il suo Making Faces mi aveva assolutamente conquistata ed ero preoccupata che questo suo romanzo precedente potesse in qualche modo ricalcare “Tutto ciò che sappiamo dell’Amore” della collega Hoover…nulla di più sbagliato. Questo non è un romanzo young adult classico, non c’è una storia d’amore che predomina tra le righe, perché è un libro ricolmo d’amore in tutte le sue forme: quello mai vissuto, quello per un figlio abbandonato, per un padre surrogato, per una famiglia idealizzata e certamente, per un ragazzo che è “troppo” per meritarselo. E’ un viaggio di formazione, alla ricerca della propria identità, alla scoperta della propria storia affrontata con dolore e sofferenza e determinazione, che però riserva regali inaspettati e, in qualche modo, riconcilia con la propria anima. Il difficile percorso che Blu si troverà ad affrontare con l’inatteso aiuto di Wilson non sarà affatto facile perché implica che la ragazza per trovare una nuova e vera se stessa dovrà abbandonare la corazza che l’ha protetta fin da bambina, e quindi affrontare nuovi ostacoli nuda e vulnerabile. E’ un romanzo che ti spinge a credere nella forza del destino, che eventi apparentemente casuali e disordinati in realtà percorrono binari prestabiliti e vanno proprio dove devono andare, accadono a chi sono predestinati, e si rivelano al momento giusto per sanare profonde ferite dell’anima. E’ una storia che ci racconta come alcune scelte possano distruggere lo spirito di una persona e minarne il cammino, ma che solo quando ci troviamo a vivere lo stesso dilemma allora comprendiamo le sfaccettature e i significati di una scelta che prima ritenevamo oltraggiosa e crudele. E che forse è stata fatta per amore e non per egoismo. Blu scoprirà verità inaspettate sul suo passato che l’aiuteranno a capire chi vuole essere davvero, e soprattutto come vuole amare ed essere amata. E Wilson le starà accanto senza invadenza, senza andare oltre, senza prendere quello che tutti hanno preso, assistendola in questo viaggio complicato nell’attesa che lei sia davvero pronta per il suo amore. Profondo, delicato e romantico in modo diverso da come siamo abituati, senza dubbio consigliato.
SantanaSantana wrote a review
01
(*)(*)(*)( )( )
Spoiler Alert
Non male, ma neanche un capolavoro
Stranamente questo è un romanzo auto-conclusivo e raramente capita con i young-adult, quindi da un lato sono grata della scelta, dall’altro ogni volta che finisco un libro che un po’ mi è piaciuto mi dispiace abbandonare i protagonisti.
Diciamo che in linea di massima mi è piasciuto abbastanza, più di tanti altri che ho letto sicuramente, scritto bene, lineare e nonostante il genere non è estremamente melenso e banale, si legge facilmente in pochissimo tempo.
Mi è piaciuta molto la protagonista, questa ragazza con un passato oscuro che vuole scoprire anche se a tratti è incerta giustamente, con un carattere forte ma debole allo stesso tempo, sfacciata e sarcastica che sicuramente ha una passione un po’ strana ma decisamente particolare e l’ho trovata una cosa molto carina e alternativa.
Simpatici anche l’entrata in scena di alcuni personaggi incontrati nel corso della storia , a loro si è data la giusta attenzione secondo me, senza togliere troppo spazio ai protagonisti magari perdendosi in dettagli che non interessano poi granché, erano fondamentali si, ma in modo equilibrato come per esempio Stella, Beverly o Tiffa.
Tuttavia ci sono cose che mi hanno lasciato un po’ con l’amaro in bocca. Magari sono io che ho avuto un’aspettativa diversa, ma credevo che il tutto fosse più incentrato sul rapporto tra professore/alunna, quindi una relazione pericolosa, surreale ma anche intrigante e affascinante no? Una relazione che avrebbe creato sicuramente dei problemi. Ma non è stato così!
Può succedere che ci siano insegnanti giovani…ma non COSI’ giovani, di 22 anni, che stava per concludere una facoltà, poi la lascia, si iscrive ad un’altra, si laurea e insegna a ragazzi che hanno tre anni meno di lui: direi che è un attimo esagerato, quasi fantascienza!
Non ho capito la scelta di fare di Wilson un insegnante quando avrebbe potuto essere tranquillamente un coetaneo con una passione per la letteratura, perché ovviamente chiunque legge la trama pensa a quello a cui ho pensato io. In realtà si capisce come va a finire la storia e se ci sono delle piccole difficoltà, non è di certo per la professione di Darcy, questo ragazzo che, per i suoi 22 anni, è decisamente troppo maturo: o era un insegnante più grande della protagonista, magari non di tanto, con tutte le complicazioni del caso, oppure bastava un semplice ragazzo con i difetti tipici della sua (della nostra) età.
Alcuni lassi di tempo erano un po’ sbrigativi, per chiudere la questione in fretta ed è una cosa che in generale a me non piace, mi è dispiaciuto che Manny e Graciela siano stati liquidati in pochissimo tempo senza più sapere niente di loro, neanche alla fine.
Scelta discutibile anche quella della gravidanza a mio avviso, a tratti conclusa in modo avventato anche se mi sono commossa quando è nata questa bimba e ho sperato in una cosa un po’ diversa da come è andata nonostante a suo favore ammetto che la faccenda è stata un colpo di scena assoluto in quanto nella trama non è minimamente accennato. Purtroppo sono una persona un po’ puntigliosa e tengo conto di ogni dettaglio dei libri che leggo, magari sono una rompiscatole, ma va beh 😛
In ogni caso ripeto che mi è piaciuto, sono abbastanza soddisfatta tutto sommato e forse leggerò altri libri di questa autrice.

“potrai anche non essere un’opera d’arte, ma sei un’opera.”

“Non conta solo quello che c’è, ma anche quello che non c’è”

“A volte ciò da cui vogliamo scappare si rivela proprio la nostra salvezza”

“Aveva il gusto di ciò che è proibito e al tempo stesso familiare.”

Cinzia R84Cinzia R84 wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
Annie C.Annie C. wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
Molto bello e avvincente.
Sì, proprio una bella storia...
LauraLaura wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
ClaclaClacla wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )