I monti pallidi
by Carlo Felice Wolff
(*)(*)(*)(*)(*)(99)

All Quotations

3
-- added a quotation
00
Laurino trasformò in pietra tutto il roseto e fece un incantesimo, che le rose non potessero vedersi nè di giorno nè di notte. Nell'incantesimo il re Nano aveva dimenticato il crepuscolo, che non è giorno e non è notte: così ogni sera, dopo il tramonto, si rivedono le rose rosse del giardino incantato.
Allora gli abitanti della montagna escono dalle capanne e guardano e ammirano, e, per un attimo solo, nelle loro menti inconsapevoli sorge una confusa intuizione del buon tempo passato, quando gli uomini non si odiavano nè si uccidevano e tutte le cose erano più belle e più buone. E quando il Rosengarten si spegne e le sue punte di pietra ridiventano chiare e fredde, gli uomini rientrano in silenzio, presi da indefinita tristezza, nelle loro capanne fumose.
-- added a quotation
00
Laurino trasformò in pietra tutto il roseto e fece un incantesimo, che le rose non potessero vedersi nè di giorno nè di notte. Nell'incantesimo il re Nano aveva dimenticato il crepuscolo, che non è giorno e non è notte: così ogni sera, dopo il tramonto, si rivedono le rose rosse del giardino incantato.
Allora
More
-- added a quotation
00
"La colpa è delle lontre. Tutto il Travegnol ne è pieno: sono bestie cattive, che attirano le altre creature nell'acqua e le fanno sparire. Così ha fatto con Ciompo quella lontra strega; prima l'ha ammaliato e poi l'ha tirato giù nel suo regno d'acqua. Se non le distruggete tutte, quelle bestiacce, vi giocheranno ben altri tiri".
Questo discorso fece sui giovani una grande impressione. Lo ripeterono nel loro villaggio e fu deciso di liberare il paese dalle lontre una volta per tutte. Quando venne l'estate fu organizzata contro di loro una terribile caccia e tutte furono uccise. Così si avverò il presagio della vecchia lontra, che la piccola creatura umana, alla quale avevan donato la vita, sarebbe stata la causa della rovina di tutta la loro razza.
-- added a quotation
00
"La colpa è delle lontre. Tutto il Travegnol ne è pieno: sono bestie cattive, che attirano le altre creature nell'acqua e le fanno sparire. Così ha fatto con Ciompo quella lontra strega; prima l'ha ammaliato e poi l'ha tirato giù nel suo regno d'acqua. Se non le distruggete tutte, quelle bestiacce, vi More
-- added a quotation
00
Quanti anni sono passati da quel tempo lontano? Nessuno potrebbe contarli. Ma i pastori ricordano ancor oggi la storia delle nozze di Merisana e dell'ora di pace goduta da tutte le creature viventi; pace ancor oggi non del tutto svanita dalla natura, che la sentì in quel giorno così profondamente. Se nella calma augusta di un meriggio d'estate v'indugiate sotto i larici lucenti, ammirando le vette luminose delle Dolomiti, potete ancora sentirvi alitare intorno, come carezza leggera di un'invisibile silfide, lo spirito sempre vivente della dolce regina delle acque e dei boschi. E una serenità infinita vi entra nell'anima.
-- added a quotation
00
Quanti anni sono passati da quel tempo lontano? Nessuno potrebbe contarli. Ma i pastori ricordano ancor oggi la storia delle nozze di Merisana e dell'ora di pace goduta da tutte le creature viventi; pace ancor oggi non del tutto svanita dalla natura, che la sentì in quel giorno così profondamente. Se More