Il cimitero senza lapidi e altre storie nere
by Neil Gaiman
(*)(*)(*)(*)( )(2,184)
Nobody Owens cade dal melo ai confini del cimitero, nel terreno sconsacrato dove sono sepolti i malvagi, e decide di donare una lapide alla strega che lo soccorre. Jack incontra un troll sotto il ponte della ferrovia e da quel momento la sua vita sarà legata a un terribile patto di morte. Un nobile cavaliere trova il Santo Graal nel salotto di una vecchina che non ha alcuna intenzione di spostarlo dal suo grazioso caminetto. Tra l'horror, il fantasy e il giallo hard boiled, undici racconti inediti per rabbrividire e sorridere. Racconti che, come scrive lo stesso Gaiman, sono "viaggi fino all'estremo opposto dell'universo che puoi fare con la certezza di essere di ritorno per l'ora di cena".

All Reviews

356 + 53 in other languages
Marzia RussoMarzia Russo wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
CristyGrangerCristyGranger wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
Fantastico Gaiman
Gaiman è un maestro nello scrivere storie fantasy, in questi racconti in brevissimo tempo riesce a catapultarci in altri mondi e sentirci subito parte di esso, cosa non facile per storie così brevi.
"il cimitero senza lapidi" è uno spezzone del libro "il figlio del cimitero" libro che ho già letto, è uno dei momenti più belli, per chi non lo avesse letto è un ottimo incipit per far venir voglia di leggerlo.
"il ponte del troll" mi ha messo un inquietudine pazzesca, devo ammetterlo.
"non chiederlo a Jack" è davvero piccolissimo, ma decisamente intenso.
"come vendere il ponte dei ponti" è quello che mi ha entusiasmato meno, ma la fantasia di Gaiman è davvero da ammirare.
"ottobre sulla sedia" l'ho amato! non so che altro dire su questo racconto, forse sono anche di parte, dato che ottobre è decisamente il mio mese preferito è questo racconto lo incarna perfettamente.
"cavalleria" ironico e surreale, mi ha coinvolto tanto, mi ero già affezionata alla signora Whitaker.
"il prezzo" è il mio preferito, forse perché parla di gatti e li elogia in modo splendido, ma anche perché è quello che mi ha messo più paura di tutti.
"come parlare con le ragazze alle feste" è prevedibile, ma ho amato la capacità di farti entrare dentro la psiche di adolescenti alle prese con le ragazze.
"Avis Soleus" è quello che mi ha infastidito di più, sono un animalista vegetariana e leggere di come cucinare ogni tipo di animale non è stato tanto piacevole, ma giudicando la storia in generale è geniale.
"il caso dei 24 merli" è Sherlock Holmes in "Alice nel paese delle meraviglie", mi è piaciuto molto, fantasy e giallo si sposano alla perfezione.
"istruzioni" è una poesia semplicemente sublime.
in conclusione consiglio vivamente questa raccolta di racconti, consiglio di leggerla nel mese di ottobre in prossimità di Halloween, vi farà immergere completamente nell'atmosfera giusta di brividi e misteri.
Marco Frediani86Marco Frediani86 wrote a review
00
(*)(*)( )( )( )