Il codice del Quattro
by Dustin Thomason, Ian Caldwell
(*)(*)(*)(*)( )(3,009)
Tra gli studenti dell'Università di Princeton, Paul Harris è senza dubbio il più brillante. Eppure, da tre anni e mezzo, Paul si sforza inutilmente di concludere la sua tesi: una nuova interpretazione della Hypnerotomachia Poliphili, antico testo tra i più enigmatici di tutti i tempi. Molti prima di lui si sono cimentati nell'impresa, non ultimo Patrick Sullivan, noto storico del Rinascimento morto in un tragico e misterioso incidente. Quando Paul si imbatte in un indizio utile a svelare il mistero che l'ossessiona, l'amico Tom Sullivan, figlio di Patrick, accetta di aiutarlo. Solo decifrando l'enigma nascosto tra le pagine, Paul e Tom potranno sventare i piani di chi è disposto a tutto, anche a uccidere, pur di batterli sul tempo...

All Reviews

194 + 153 in other languages
librisenzagloria - bloglibrisenzagloria - blog wrote a review
01
(*)(*)(*)( )( )
Tra il Codice Da Vinci e Il nome della rosa
Il romanzo d’esordio di maggior successo degli anni Dieci!
Ian Caldwell è uno storico, Dustin Thomason è un medico: i due sono amici dall’età di otto anni. Appena dopo la laurea hanno scritto insieme il loro primo libro, “Il codice del quattro” (2004) un caso letterario che è stato tradotto in oltre venticinque lingue, ha venduto oltre quattro milioni di copie in tutto il mondo, ed è stato per mesi ai vertici delle classifiche. Accolto come il nuovo “Codice Da Vinci” per il simile stratagemma di insegnare la storia attraverso una trama immaginaria, il New York Times Book Review lo ha definito “il definitivo libro di rompicapi“. Inevitabile però riconoscere il suo debito anche con “Il nome della rosa”.
E’ la Pasqua del 1999. La storia è raccontata dal punto di vista di Tom Corelli Sullivan, uno studente universitario di Princeton. Fra gli studenti con i quali divide la camera c’è Paul Harris, orfano nel segno di Oliver Twist, impegnato per la sua tesi di laurea a sviscerare i misteri dell’Hypnerotomachia Poliphili. Letteralmente “Sogno della lotta d’amore di Polifilo“, si tratta di uno dei più criptici testi del Rinascimento italiano: è una storia semplice ma raccontata in maniera complessa, tanto da essere considerata un’enciclopedia in forma di romanzo scritto in più lingue contemporaneamente.
Tom e Paul sono ossessionati da questo misterioso libro, che sconvolgerà le loro vite. Le cose si fanno serie quando qualcuno nel college comincia a uccidere le persone legate al libro maledetto, come appunto ne “Il nome della rosa”. Oltre agli studenti, sono coinvolti professori universitari che vogliono far tornare alla luce misteri perduti nel buio dei secoli, non per amore della verità ma per conquistare gloria e fama accademica.
Il titolo “Il codice del quattro”, che cita direttamente quello di Da Vinci, si riferisce proprio al sistema di decodifica usato per risolvere gli enigmi disseminati nell’incunambolo più prezioso e oscuro del mondo occidentale…
Se ti è piaciuto l'inizio, continua a leggere la recensione sul blog pop nerd di Libri Senza Gloria:
librisenzagloria.com/il-codice-del-quattro-di-ian-caldwell-e-dustin-thomason
AliseeAlisee wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)(*)