Il Decameron - Vol. 1
by Giovanni Boccaccio
(*)(*)(*)(*)(*)(266)

All Reviews

22 + 2 in other languages
10
(*)(*)(*)(*)( )
Quando si deve recensire/valutare un libro simile ci son due aspetti da tenere in considerazione: la bellezza pura e semplice del racconto ed il fascino, il valore e l'mportanza della testimonianza storica che esso rappresenta.
Se estrapolo le novelle dalla loro storicità allora non posso darne una valutazione troppo positiva. Sono novelle spesso comiche, surreali, divertenti ma non profonde, frivole. Anche lo stile di scrittura antico non mi ha permesso di apprezzarle per lo meno per il linguaggio utilizzato. Se mi limitassi a questa valutazione dunque potrei tranquillamente dire di non aver apprezzato più di tanto l'opera.
Invece gli anni, i secoli, che si sono depositati su di essa, dal momento in cui è stata scritta ad oggi, la trasformano in un gigante della letteratura.
Essa è una splendida testimonianza di come gli uomini si siano si evoluti in molti campi del pensiero ma, in altri, siano rimasti gli stessi da secoli. Molte novelle testimoniano che i rapporti tra uomini e donne, il "motteggiarsi" l'amarsi, il tradire ed il desiderare non son cambiati per nulla (a parte una certa emancipazione). In una novella si parla di clero corrotto ed in atti di sodomia con minori, in altre ci si prende gioco dei più deboli, si inganna il prossimo, ci si truffa. Nulla di nuovo dal 1.300 dunque! Non che mi aspettassi altro, ma leggerlo raccontato da una persona di quel periodo ha un'altra importanza.
Inoltre ho notato che, fatto curioso, molte novelle sono entrate nella cultura collettiva sotto forma di aneddoti divertenti o vere e proprie barzellette.
Insomma, leggere il Decameron, per me, è stata una esperienza sia divertente che costruttiva, consigliato!
EnricaEnrica wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )