Il defunto signor Gallet
by Georges Simenon
(*)(*)(*)(*)( )(691)
Maigret non ha nessuna voglia di recarsi a Sancerre, dove in una stanza dell’Hôtel de la Loire è stato trovato il cadavere di Émile Gallet, grigio rappresentante di commercio. Ma l’apparenza inganna e il morto, la sua personalità sfuggente, il suo mondo in bilico tra realtà e immaginazione, presente

All Reviews

58 + 3 in other languages
Batou70Batou70 wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)(*)
Winston SmithWinston Smith wrote a review
212
(*)(*)(*)(*)(*)
01
SamueleSamuele wrote a review
01
(*)(*)(*)( )( )
Spoiler Alert
Veloci veloci.
Primo romanzo a essere pubblicato con protagonista Maigret (terzo in ordine di stesura, ma sono dettagli), la particolarità, così, di primo acchitto - è pure il primo Maigret che leggo (tra l'altro, acquistato pure completamente per caso) - è l'impressione che l'indagine sul delitto sia secondaria rispetto all'indagine sulla persona: "Saprò chi è l'assassino quando conoscerò bene la vittima", afferma Maigret. Questo si riflette anche in una vera e propria evaporazione dell'assassino, se non proprio del delitto in sé: tutto si concentra, fin dal titolo, sul signor Gallet. Una persona mediocre e infelice. Simenon riesce a tracciare con lucidità e precisione il ritratto non solo di Gallet, ma anche della sua famiglia e della media borghesia francese del primo dopo guerra. "Il defunto signor Gallet", infatti, usa la scusa del giallo e del delitto come mezzo per raccontare una borghesia avida, priva di qualsiasi scrupolo, dove i figli ricattano i padri e tutto ciò che l'uomo può fare è cercare, fallendo, di non far vergognare la propria famiglia di lui. Cosa che, ovviamente, non gli riesce in un mondo, quello borghese, dove tutto è apparenza, tutto è denaro. Allora, il finale, sorprendente e frustrante allo stesso tempo (qua andrebbe notato come Simenon sfrutti un topos già piuttosto stereotipizzato negli anni '30, quello dello scambio di persona, facendolo risultare comunque inaspettato e armonizzato, per nulla forzato) è al contempo l'incapacità di Maigret di cambiare veramente le cose, di portare una vera e propria giustizia, ma anche l'unico briciolo di pietas umana sia verso il morto, sia verso la moglie, che, per carità, con tutte le sue colpe, è comunque anche lei vittima di quel sistema borghese che, in fin dei conti, ha portato il signor Gallet alla morte.
DorianDorian wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
MarilenaMarilena wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)( )
Barby61Barby61 wrote a review
00
(*)(*)( )( )( )