Il destino della Legione
by Kameron Hurley
(*)(*)(*)(*)( )(13)
Ai confini dell’universo, uno sciame di navi mondo in decomposizione, conosciuto come la Legione, sta viaggiando tra le stelle e da generazioni è stata intrapresa una guerra per sottometterla, senza una chiara risoluzione. Mentre i mondi continuano a morire, afflitti da un cancro che porterà alla scomparsa

All Reviews

4 + 1 in other languages
atterueatterue wrote a review
03
Serena Marina MarencoSerena Marina Marenco wrote a review
02
(*)(*)( )( )( )
Mah...
Uno di quei libri che si finiscono a fatica, che fanno tante promesse e non ne mantengono nessuna.
Innanzitutto, se pensate di stare per affrontare un libro di fantascienza, chiudetelo subito e passate ad altro, di fantascienza c'è solo una vaghissima ambientazione spaziale (ma potrebbe anche non esserlo).
Penso che si avvicini molto di più a un certo fantasy con pretese filosofiche e pieno di personaggi per i quali è impossibile provare empatia (insomma, quel genere di libri in cui una giusta conclusione sarebbe lo sterminio, se non altro per dare un po' di soddisfazione al lettore).
La traduzione è fatta piuttosto male, con dei "run" che invece di essere tradotti con un logico "corsi" diventano "scappai" (è assolutamente logico scappare nella direzione in cui le nemiche si sono ritirate, no? Con un'arma carica tra le mani, e intenti omicidi. )

Tutto si svolge su dei mondi viventi, che a tratti diventano navi, popolati solo da donne (non è questo il punto, credetemi, la cosa può avere senso), in guerra tra di loro, per conquistare un mondo che, si presume, possa portare la salvezza a chi lo conquisterà, visto che i mondi in questione sono in realtà delle carcasse moribonde.
Ok, come concetti potrebbe anche essere interessante, non fosse che, ahimè, non lo è.
Buona parte della storia è tediosa, la maggior parte dei personaggi odiosi (a parte il gruppetto di disperate che viaggia con Zhan) e non si riesce davvero a capire quale voglia essere il punto o se ce n'è uno.
Vuole dare spunti filosofici?
Se la risposta è sì immagino di essere troppo scema per averne colto uno.
Insomma, decisamente non lo consiglio agli amanti della fantascienza ne a chi voglia leggere un libro scorrevole ed entusiasmante.
A parte alcune componenti di world building non mi ha lasciato nulla, se non il sollievo di averlo finito e potermi dedicare ad altro.
Non l'ho interrotto (seppur sono stata tentata più volte) perché speravo in qualche sviluppo interessante ma no, nisba.