Il mio nome è Nessuno vol. 2
by Valerio Massimo Manfredi
(*)(*)(*)(*)( )(523)
Ci sono voluti dieci anni ininterrotti di guerra e di sangue, di amori feroci e di odio inestinguibile, per sconfiggere i Troiani. Ora Odysseo deve rimettersi in viaggio con i suoi uomini per fare ritorno a Itaca, dove lo attendono la moglie fedele e il figlio lasciato bambino. Ma il ritorno è una n... More

All Notes

1
RedeghierialessioRedeghierialessio added a note
00
Ulisse dai mille inganni! Nel secondo libro della trilogia si narra il ritorno,il nòstos,del più celebre degli eroi achei dalla guerra di Troia, che sebbene divenuto il più famoso grazie all’immortalità donatagli da Omero ,è solo uno dei nostòis degli eroi e che compongono il cosiddetto ciclo troiano. Qui l’autore rende in prosa di fatto l’Odissea immaginando poi successivamente un’Odissea “di terra” già menzionata dallo stesso Omero nella monumentale opera. Molto accurato il profilo psicologico dell’itacese che narra in prima persona ciò che quotidianamente vive,soffre,combatte. Come nel primo capitolo balza subito all’occhio come vi fosse una vera e propria teologia dell’imperfezione in cui gli eroi, ma ancor più gli stessi dei, non posseggano virtù assolute o capacità di onniscienza e onnipotenza, ma siano soggetti a continue debolezze che li spingono ad affrontarsi, a invidiarsi, a mettersi in relazione in un pressoché ininterrotto braccio di ferro tra il divino e l’umano.
Si denota di certo la maestria dell’autore nel delineare i dettagli rendendoli il più fedelmente possibile simili alla civiltà omerica:gli scambi di doni, i sacrifici, la grande dimora familiare (óikos)...tuttavia, a mio parere risulta troppo accentuato il lato introspettivo del protagonista e questo rende la narrazione lenta, a volte un po’ noiosa...molto bella la descrizione idilliaca del mondo dei Feaci e dei tratti che rendono quasi semi-divina la dolce Nausicaa. Confusa e non completamente pertinente l’ultima parte del racconto, la già menzionata “seconda Odissea” di cui non ho apprezzato particolarmente ne’ lo svilupparsi della trama ne’ la conclusione finale. Personalmente ho gradito di più il primo volume con le vicende di Troia.
RedeghierialessioRedeghierialessio added a note
00
Ulisse dai mille inganni! Nel secondo libro della trilogia si narra il ritorno,il nòstos,del più celebre degli eroi achei dalla guerra di Troia, che sebbene divenuto il più famoso grazie all’immortalità donatagli da Omero ,è solo uno dei nostòis degli eroi e che compongono il cosiddetto ciclo troia... More