Il mondo in un tappeto
by Clive Barker
(*)(*)(*)(*)(*)(337)
E' un'opera fantastica che prende l'avvio dall'immagine di un vecchio tappeto: questo semplice oggetto nasconde un mondo di incantesimi e di inebriante beatitudine, un mondo che ritorna in vita per sfidare le forze del male e preservare le ultime tracce di magia cui l'umanità ha ancora accesso. In un anno qualsiasi, in un paese incantato, un telaio fatato entra in funzione, trasforma i luoghi e le immagini del desiderio personale e collettivo in simboli e li addormenta in un tappeto. Anni, secoli o millenni più tardi, Cal e Susanne si imbatteranno in quel tappeto perché loro e il mondo reale in cui vivranno avranno bisogno di magia, e il tappeto dipanerà le sue storie.

All Reviews

33 + 10 in other languages
Antonio6060Antonio6060 wrote a review
00
Bellissimo romanzo del genere dark fantasy dello scrittore inglese Clive Barker, pubblicato nel 1987.
I Veggenti, perseguitati dai “Cuculi”, cioè dagli esseri umani, decisero, mediante l'incantesimo della “tessitura”, di nascondere se stessi ed il loro magico mondo (la c.d. “Fuga”) nella fitta, complessa trama di un tappeto. Quest'ultimo avrebbe dovuto essere custodito fino che la Terra non fosse diventata un luogo sicuro e pacifico.
Di qui prende le mosse una narrazione ricca di personaggi, alcuni dei quali davvero inquietanti: Immacolata o la Madonna Nera (gelida e spietata strega che i Veggenti hanno esiliato a causa della sua eccessiva brama di potere); Shadwell, detto anche il Venditore (uomo avido ed ambiguo al quale Immacolata ha donato una giacca che ha la capacità di persuadere chiunque in cambio della realizzazione di un desiderio; il Flagello (una sorta di angelo vendicatore che, dopo aver ucciso centinaia di Veggenti, stabilisce di sterminarli definitivamente); Hobart (un crudele ispettore di polizia la cui inflessibilità ricorda l'ispettore Javier de I MISERABILI di Hugo: “Era la lotta tra la Legge che lui rappresentava e la putredine del disordine nel cuore umano”).
Non sono da meno le due sorelle di Immacolata: la Fattucchiera (orribile vecchia che pratica la divinazione esaminando la placenta prodotta dalla sua prolifica sorella, la Maddalena (che spesso stupra gli uomini indifesi dando alla luce esseri deformi).
Quindi gli ingredienti per una storia avvincente ci sono, soprattutto quando la Fuga viene slegata ed inizia ad intrecciarsi con la realtà quotidiana dei Cuculi.
Romanzo immaginifico destinato a restare nella memoria del lettore anche perché, per dirla con Barker, ”ciò che è immaginato non va mai perduto “.
Andrea PennywiseAndrea Pennywise wrote a review
02
(*)(*)(*)(*)(*)
Letizia MaravigliaLetizia Maraviglia wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)