In viaggio con Jane Austen
by Laurie Viera Rigler
(*)(*)(*)(*)( )(222)
Sto forse sognando? si chiede confusa Jane Mansfield, una fanciulla inglese di inizio Ottocento, risvegliandosi all'improvviso in un ambiente a lei del tutto estraneo. L'ultima cosa che ricorda è di essere caduta da cavallo. Sì, Jane aveva appena saputo del tradimento del suo fidanzato, quando era montata in sella ed era corsa via disperata, cadendo poi rovinosamente. Ma che cos'era successo dopo? Perché ora si è svegliata in una stanza che non ha mai visto prima, mentre due sconosciute dai capelli dipinti e dagli abiti troppo succinti le danno irrispettosamente del tu, millantando di essere sue amiche? E chi è lo strano individuo di nome Wes, che somiglia in modo incredibile al suo fidanzato fedifrago e che continua a chiamarla Courtney? Ben presto, e dopo una serie di terribili figuracce, il mistero è svelato: Jane non sta affatto sognando, ma si trova intrappolata nei panni di Courtney, alle prese con una vita caotica, nella ancor più caotica Los Angeles del Ventunesimo secolo. Un universo strabiliante in cui le signore pranzano in locande pubbliche senza accompagnatori e i protagonisti del suo romanzo preferito, "Orgoglio e pregiudizio", si agitano senza sosta dentro una scatola luminosa. Dopo "Shopping con Jane Austen", ecco la storia di una dolce fanciulla della Reggenza, in fuga da convenzioni sociali e problemi di cuore, costretta a mettere ordine nell'esistenza di una donna di oggi, con cui sembra avere in comune solo la passione per Jane Austen. O forse no...

All Reviews

60 + 3 in other languages
ღ▪ℇℓℓiє☆ღ▪ℇℓℓiє☆ wrote a review
00
(*)(*)( )( )( )
Avendo letto un bel po' d'anni fa il predecessore "shopping con Jane Austen" ( titolo orrendo, sì, lo so!) e ricordando di non averlo trovato del tutto tremendo mi sono decisa a leggere questo seguito ideale. Per chi non lo sapesse ( ma non vi perdete nulla, tranquilli! XD) i due libri narrano delle avventure di Jane Mansfield e Courtney Stone, rispettivamente una dama dell'800 inglese ed una trentenne americana del 2009. Le due donne, non si sa per quale prodigio, si ritrovano a viaggiare nel tempo, scambiandosi i corpi ed ereditando, quindi, amici, rivali e problemi l'una dell'altra: la premessa è senza dubbio carina e fa pensare subito ad un simpatico romanzo d'evasione. Purtroppo in questo libro quello che manca è proprio la "simpatia"...ok, è un romanzo leggero, probabilmente è anche un romanzo rosa ragion per cui mi asterrò dal commentare perfidamente a proposito del personaggio protagonista maschile fatto di "miele e melassa". Ma il conflitto? Signori...dove è finito? Una storia si basa sul conflitto! Se manca quello, manca la storia. Tutto diventa un frustante elenco di fatterelli appiccicati. Purtroppo siamo proprio davanti ad un libro del genere, un romanzo di una noia infinita, una sequela di personaggi poco approfonditi che l'autrice ha pensato di aver ben descritto solo perchè una ha "le ciocche colorate" e l'altra "porta solo abitini corti" mentre un'altra " ha i denti di un bianco abbagliante". No. Ma proprio non ci siamo. Brutto anche il tentativo di spiegare questo viaggio temporale e questo scambio di corpi tra le due donne: se nel primo romanzo la cosa poteva essere lasciata in sospeso, in questa seconda parte, secondo me, primo pensiero dell'autrice doveva essere proprio quello di cercare di fornire una spiegazione ( seppur minima) al lettore. Se proprio si voleva rimanere nel campo del magico e del misterioso, secondo me sarebbe stato meglio non introdurre per nulla determinati passaggi e personaggi. Chiudo con una postilla: ma è mai possibile che a questa Jane Mansfield, che non solo si ritrova in un'epoca frenetica come quella moderna ma che si vede anche a raccogliere l'eredità di una vita incasinatissima come quella di Courtney, vada tutto liscio? E che cavolo! Ha diecimila bollette arretrate e gliele pagano, non ha soldi perchè perde il lavoro e l'amico le procura possibili impieghi come se non ci fosse un domani, non ha nulla in frigo e puntualmente le offrono tutti da bere e da mangiare... Cara Laurie V. Rigler, in che 2009 alternativo hai spedito la tua Jane? Voglio andarci anch'io! XD Comunque, seriamente, evitatevelo."
VeronicaVeronica wrote a review
00
(*)( )( )( )( )
GinGin wrote a review
00
(*)(*)( )( )( )
MartinaMartina wrote a review
00
CarmillaCarmilla wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )