Inheritance
by Christopher Paolini
(*)(*)(*)(*)( )(2,545)
Not so very long ago, Eragon—Shadeslayer, Dragon Rider—was nothing more than a poor farm boy, and his dragon, Saphira, only a blue stone in the forest. Now the fate of an entire civilization rests on their shoulders.

Long months of training and battle have brought victories and hope, but they have also brought heartbreaking loss. And still, the real battle lies ahead: they must confront Galbatorix. When they do, they will have to be strong enough to defeat him. And if they cannot, no one can. There will be no second chances.

The Rider and his dragon have come further than anyone dared to hope. But can they topple the evil king and restore justice to Alagaësia? And if so, at what cost?

This is the much-anticipated, astonishing conclusion to the worldwide bestselling Inheritance cycle.

Giuliotribbiani2 's Review

Giuliotribbiani2 Giuliotribbiani2 wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
Spoiler Alert
Il capitolo finale di una serie davvero intrigante. Diciamo che la votazione piuttosto alta a questo titolo, non tanto dovuto alla sua effettiva bellezza, è data alla saga in sé. Paolini è infatti riuscito a farmi affezionare al suo mondo, come in pochi sono riusciti a fare. Piacevolissimo è stato poter approfondire la conoscenza di uno dei miei personaggi preferiti: Glaedr. Il maestoso drago d'oro, guida per il giovane protagonista, ormai quasi inevitabilmente maestro dell'ordine dei cavalieri. Ho avvertito molto la crescita di Eragon, probabilmente (ma questa è un'opinione del tutto mia) frutto della maturazione dell'autore stessa: il compagno di Saphira infatti non è più lo stesso descritto nel primo libro da Paolini (quando ancora l'autore aveva solo 15 anni), ma è un uomo segnato dalle guerre e dalle responsabilità. L'unico vero uomo del libro (e direi anche della saga intera) è senza dubbio Roran, il personaggio che rappresenta il punto di vista di un uomo trasportato dai poteri di Alagaesia, di cui lui però sfortunatamente non dispone.