Intoccabili
by Marco Travaglio, Saverio Lodato
(*)(*)(*)(*)( )(385)
La mafia esiste ancora? E, soprattutto, la si combatte ancora? E come? Questolibro ripercorre la storia di una partita mortale: dagli anni '80, quando unpugno di magistrati (Falcone e Borsellino tra gli altri) inventarono il "pool"e misero in crisi Cosa Nostra, alle stragi che li fermarono... More

Gruppo Anobii Roberto Saviano's Review

00
(*)(*)(*)(*)( )
Recensione di Melly25:

Era da tanto che non mi immergevo anima e corpo in un bel librone sulla mafia. Questo testo mi ha però lasciato l'amaro in bocca più del solito, e non solo perchè racconta una triste realtà, ma perchè mi ha dato altri occhi per leggere delle cose che già conoscevo. Con ciò non voglio dire che le cose che dicono Lodato e Travaglio siano per me oro colato, non sia mai! ma posso esaminarle da un'altra prospettiva. Questo libro, quindi, mi darà molto lavoro, dovrò riflettere, fare ricerche più approfondite, sia leggendo altri libri che consultando i giornali. D'altronde è proprio quello che mi piace fare!
Mano a mano che procedevo nella sua lettura una sensazione mi attanagliava, la sensazione di dover sempre leggere tra le righe. La verità (ammesso che ne esista una) sembra essere sempre il contrario di quello che appare, di quello che ci raccontano. Travaglio e Lodato sembra vogliano darci 'occhiali' nuovi, ma questi non saranno mica più appannati degli altri?! Spero di no, anche perchè per quanto riguarda l'attendibilità del centro nodale del testo, e cioè la spiegazione del perchè 'la mafia è al potere', gli autori si limitano a far parlare le sentenze. Il problema vero nasce dall'interpretazione che di queste sentenze hanno fatto i media e quindi della non conoscenza di argomenti che per noi italiani sono di vitale importanza. O meglio, che dovrebbero esserlo.
L'informazione è distorta perchè è fatta da persone corrotte, così come corrotti sono i politici. Tutto è nauseante, triste e inelluttabile a meno che... qualcuno non ci faccia scorgere un pò di luce. Nella pregevole introduzione di Paolo Sylos Labini forse s'intravede il modo:"E' l'informazione particolareggiata dei fatti che dà coraggio. Solo la verità può rendere liberi quanti oggi non vogliono essere servi, ma finiscono per esserlo inconsapevolmente, col torpore rassegnato che li paralizza".
Con questo libro ho ritrovato la voglia di scrivere e di ricercare ed anche uno spunto per una nuova, futura tesi (sempre che decida di rimettermi a studiare!)
Ma anche la voglia di gridare: "No, con la mafia non voglio convivere! Contro la mafia voglio continuare la mia battaglia!"

Se vuoi visitare la libreria di Melly25 clicca qua:

anobii.com/melly25/books
00
(*)(*)(*)(*)( )
Recensione di Melly25:

Era da tanto che non mi immergevo anima e corpo in un bel librone sulla mafia. Questo testo mi ha però lasciato l'amaro in bocca più del solito, e non solo perchè racconta una triste realtà, ma perchè mi ha dato altri occhi per leggere delle cose che già conoscevo. Con ciò non voglio dire che le cose che dicono Lodato e Travaglio siano per me oro colato, non sia mai! ma posso esaminarle da un'altra prospettiva. Questo libro, quindi, mi darà molto lavoro, dovrò riflettere, fare ricerche più approfondite, sia leggendo altri libri che consultando i giornali. D'altronde è proprio quello che mi piace fare!
Mano a mano che procedevo nella sua lettura una sensazione mi attanagliava, la sensazione di dover sempre leggere tra le righe. La verità (ammesso che ne esista una) sembra essere sempre il contrario di quello che appare, di quello che ci raccontano. Travaglio e Lodato sembra vogliano darci 'occhiali' nuovi, ma questi non saranno mica più appannati degli altri?! Spero di no, anche perchè per quanto riguarda l'attendibilità del centro nodale del testo, e cioè la spiegazione del perchè 'la mafia è al potere', gli autori si limitano a far parlare le sentenze. Il problema vero nasce dall'interpretazione che di queste sentenze hanno fatto i media e quindi della non conoscenza di argomenti che per noi italiani sono di vitale importanza. O meglio, che dovrebbero esserlo.
L'informazione è distorta perchè è fatta da persone corrotte, così come corrotti sono i politici. Tutto è nauseante, triste e inelluttabile a meno che... qualcuno non ci faccia scorgere un pò di luce. Nella pregevole introduzione di Paolo Sylos Labini forse s'intravede il modo:"E' l'informazione particolareggiata dei fatti che dà coraggio. Solo la verità può rendere liberi quanti oggi non vogliono essere servi, ma finiscono per esserlo inconsapevolmente, col torpore rassegnato che li paralizza".
Con questo libro ho ritrovato la voglia di scrivere e di ricercare ed anche uno spunto per una nuova, futura tesi (sempre che decida di rimettermi a studiare!)
Ma anche la voglia di gridare: "No, con la mafia non voglio convivere! Contro la mafia voglio continuare la mia battaglia!"

Se vuoi visitare la libreria di Melly25 clicca qua:

anobii.com/melly25/books