Io e te
by Niccolò Ammaniti
(*)(*)(*)(*)( )(8,803)
Barricato in cantina per trascorrere di nascosto da tutti la sua settimana bianca, Lorenzo, un quattordicenne introverso e un po' nevrotico, si prepara a vivere il suo sogno solipsistico di felicità: niente conflitti, niente fastidiosi compagni di scuola, niente commedie e finzioni. Il mondo con le ... More

All Reviews

1488 + 88 in other languages
ToninoTonino wrote a review
00
(*)(*)(*)( )( )
Marta7Marta7 wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)(*)
LiliumLilium wrote a review
1144
(*)(*)(*)(*)( )
Spoiler Alert
Un regalo di mia figlia...
Di Niccolò Ammanniti avevo letto “Io non ho paura”, qualche anno fa e mi era piaciuto molto, poi ho pensato di prendermi una pausa fino al Natale 2020 quando a mia sorpresa mi è stato donato "Io e te". Dopo aver letto le prime quaranta pagine ero quasi tentata di chiudere il libro e passare oltre, leggevo per inerzia ma, mia figlia mi ha consigliato di continuare perché, a breve, un fatto, un personaggio finora non menzionato avrebbe dato una svolta al racconto.
Effettivamente aveva ragione, Olivia la sorellastra con problemi di droga, crea un po' di scompiglio nella vita solitaria di Lorenzo, un quattordicenne associale, senza amici, legato solo ai genitori, in particolare alla madre. Lorenzo per farli felici mente e racconta a loro di un invito a Cortina da un'amica per una settimana bianca. Una bugia tira l'altra e dopo aver convinto la madre, all'ultimo tratto di strada, ad accostare l'auto per raggiungere da solo l'amica e la sua famiglia, ripercorre la strada con zaino sci e doposcì per nascondersi nella cantina del suo palazzo. Una vacanza solitaria interrotta dall'arrivo di Olivia, la sorellastra, un imprevisto che modifica i suoi piani; pochi giorni in cui i due fratelli, quasi estranei, si raccontano e si conoscono per la prima e ultima volta.
Olivia morirà a soli trentatré anni in un bar in una stazione ferroviaria per overdose.
In questo breve romanzo emerge il tema dell'adolescenza, una fase difficile per i ragazzi e per i genitori. Un tragitto tortuoso, non asfaltato nel quale occorre un buon mezzo per percorrerlo altrimenti si rischia di farsi male, e quel mezzo sono i genitori. Spesso chi è abbandonato a se stesso segue strade secondarie, pensando di sconfiggere la solitudine con la droga, come Olivia, o con l'alcool oppure aggregandosi ad un gruppo di teppisti. Nell'adolescenza, una fase in cui i ragazzi non sono bambini e neanche adulti, è frequente il desiderio di sfidare il nemico, l'adulto, il genitore , raccontando menzogne come Lorenzo che, ad una bugia ne aggiunge un'altra fino a trovarsi in una situazione abbastanza aggrovigliata, piena di nodi difficili da sciogliere.
Un ricatto tra Olivia e il fratello; una soluzione per porre fine a quel sogno di libertà diventato un incubo.
“Io e te” un romanzo che si legge velocemente con pochi personaggi ben delineati, una scrittura semplice e lineare e con un finale commuovente.
00
(*)(*)(*)( )( )
PattyPatty wrote a review
06
(*)(*)(*)(*)( )
Club di piccoli lettoriClub di piccoli lettori wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
Questo libro mi è piaciuto molto, c’erano molti salti nel passato che rendevano il libro molto più avvincente e movimentato , ma la cosa che mi è piaciuta di più è stato il fatto di mettere descrizioni delle sensazioni che provava Lorenzo... Era come se mentre leggevi ti immedesimavi quasi del tutto nel personaggio e questo è uno delle cose più belle dei libri: per un attimo dimenticarsi di quello sta succedendo e credere di essere un ‘ altra persona .
Lea A. - II media

Il libro mi è piaciuto molto, all’inizio era un po' noioso ma verso la meta era molto più bello perché capivo un po' di più la trama. Il linguaggio del libro era un po' difficile, infatti non capivo tante parole però quando chiedevo a mia mamma cosa significavano riuscivo a capire. Anche se questo è un libro per le superiori, m’è comunque piaciuto.
Filippo F. - II media

IL libro mi è piaciuto molto perché è un libro che parla della realtà di un ragazzo.
Tommaso L. - II media

Il libro mi è piaciuto molto e mi ha intrattenuto.
Matteo B. - II media

SI,mi è piaciuto perché la storia era emozionante e coinvolgente soprattutto per noi adolescenti.Lo scrittore fa capire gli stati animo e la emozioni del protagonista.
Asia M. - II media

Questo libro mi è piaciuto moltissimo moltissimo, perché parla di un ragazzo poco più grande di noi e delle sue difficoltà e di come le affronta.
Il finale non me lo aspettavo così, ma il libro comunque sia mi è piaciuto moltissimo.
Matteo C.B. - II media

Il libro mi è piaciuto molto perché è molto emozionante e scritto in modo che lo leggi, ma è più un dialogo che una storia vera e propria
Alberto U. - II media


A ME NON E' TANTO PIACIUTO QUESTO LIBRO PERCHE PER ME LA STORIA ERA UN PO' NOIOSA.
Roman R. - II media

il libro mi è piaciuto molto perché la storia di Lorenzo era piena di difficoltà da superare nella vita.
Matteo P. - II media

A me è piaciuto molto questo libro anche perché parla di cose che potrebbero capitare veramente e non di cose fantastiche.
Gaia P. - II media

A me il libro mi è piaciuto, anche se è stato un po' forte. L’inizio l’ho trovato molto noioso perché non rientrava nella trama che mi aspettavo, ma dopo a iniziato a piacermi
Adriana M.C. - II media

uesto libro mi è piaciuto perché racconta l’adolescenza di questo ragazzo e ti fa capire che con l’aiuto di sua sorella lui riesce finalmente a trovare la serenità che tanto desiderava.
Giorgia D. - II media

si mi e piaciuto abbastanza perché ci mostra le cose sotto il punto di vista di questo ragazzo che molto probabilmente noi non avremo mai capito per il suo modo di ragionare e pensare
Martina A. - II media

il libro a me mie è piaciuto ma soprattutto perché era molto piccolo il libro e sono riuscito a concluderlo nei giorni
Tommaso M. - II media

QUESTO LIBRO MI E’ PIACIUTO MA NON MOLTISSIMO. HO TROVATO LIBRI PIU’ BELLI
Asia Z. - II media

A ME QUESTO LIBRO E’ UNO DEI MIEI PREFERITI PERCHE’ E’ SCRITTO BENE E PARLA DEI RAPPORTI CON LA FAMIGLIA.
Tommaso V. - II media

Il libro mi è piaciuto perché parlava di argomenti non troppo facili da discutere, e ne parlava in primo piano, inoltre mi è piaciuto perché sottolinea l’ importanza del legame fraterno, anche se non erano propriamente fratelli, ma fratellastri.
Viola M. - II media

Questo libro L’ho trovato un po’ triste ma reale perche’ tratta due argomenti difficili quali la droga e il disagio dei ragazzi che si sentono incompresi,sofferenti, soli, inadeguati, distanti dai genitori o da come i genitori li vorrebbero e che cercano in ogni modo di farsi accettare sempre e comunque.
Luca B. - II media

Questo libro e’ in grado di farti provare emozioni, e ti fa provare diverse sentimenti vivendo la storia di Lorenzo: lui è molto più di un ragazzo narcisista, è capace di relazionarsi e questo lo capisce badando alla sorella drogata.
Matteo C. - II media

Il libro mi è piaciuto perchè parla di un argomento attuale
Luca S. - II media

Mi è piaciuto perché è un romanzo molto bello
Tommy R. - II media

Mi è piaciuto perché è una storia molto interessante e ti invoglia a leggerlo.
Alessandro G. - II media

Il libro mi è piaciuto parecchio, perché è una storia toccante e molto bella
Wally M. - II media