Jolanda, la figlia del Corsaro Nero
by Emilio Salgari
(*)(*)(*)(*)( )(531)
<<Era una bellissima fanciulla, di quindici o sedici anni, alta e flessibile come un giunco, dalla pelle pallidissima, quasi alabastrina, la tinta che ricordava suo padre, il Corsaro Nero, con due occhi grandi, d'un nero intenso, con larghe palpebre che lasciavano cadere sul suo viso la loro ombra.>>

E' Jolanda, che deve lottare contro le insidie del conte di Medina, figlio bastardo di Wan Guld, nemico mortale del Corsaro Nero. Con questo romanzo la lorra irriducibile fra Wan Guld e il Corsaro Nero si trasferisce alla generazione successiva, e per giunta tra antagonisti che sono parenti. La giovane Jolanda si rivelerà una <<eroina del mare>>, degna figlia del padre; sostenuta nientemeno che da Morgan, già luogotenente del Corsaro Nero e celebre capo della filibusteria storica, che se ne innamora riamato. In questa dimensione tutta femminile è l'audacia del romanzo, dove le gesta di una donna-pirata sembrano precorrere quelle di Geena Davis nel recente colossal Corsari.

All Reviews

40 + 2 in other languages
librisenzagloria - bloglibrisenzagloria - blog wrote a review
01
(*)(*)(*)( )( )
Le colpe dei padri
Una nuova minaccia si manifesta per mezzo del governatore di Maracaybo, figlio illegittimo del cattivissimo duca di Wan Guld e di una marchesa messicana: l’uomo è deciso a vendicare il padre, morto perché il Corsaro Nero assolvesse la sua di vendetta. Come si dice, sangue chiama sangue. Il governatore ha rapito Jolanda di Ventimiglia, figlia del Corsaro Nero e di Honorata la regina dei Caraibi, mentre la fanciulla rimasta orfana dal Bel Paese si dirigeva su una nave olandese verso l’America. Qui Jolanda intendeva domandare la protezione del capitano Morgan (il miglior filibustiere di tutti i tempi) per reclamare le proprietà un tempo appartenute al padre, che il governo spagnolo vuol far proprie come risarcimento per i danni subiti, e le terre della madre, che il conte di Medina vuole tutte per sé.
Quella dei Corsari delle Antille è in fondo una saga familiare. L’ardita ragazza è cresciuta leggendo le memorie del padre, conosce tutta la sua vecchia ciurma, e fieramente dichiara di appartenere alla filibusteria. Il destino ha chiamato questo figlia privilegiata a diventare un’eroina, ed è nel verde letale del Venezuela che affronta il suo percorso di iniziazione verso l’età adulta: con le sue mille insidie la natura indomita è finalizzata alla maturazione del personaggio.
“Jolanda, la figlia del Corsaro Nero” ha conosciuto tanta fortuna al cinema, in TV e in teatro, lo stile di scrittura rimane retrò ma forte di descrizioni veloci e rapide battaglie. Forse avremmo voluto vedere Jolanda maggiormente protagonista di questa rocambolesca nuova avventura, a ogni modo la trilogia si conclude con la giusta dose di romanticismo e soddisfazione...
Se ti è piaciuto l'inizio, continua a leggere la recensione sul blog pop nerd di Libri Senza Gloria:
librisenzagloria.com/i-romanzi-dei-corsari-3-8-jolanda-la-figlia-del-corsaro-nero
Ctr bibliotecaCtr biblioteca wrote a review
00
POSIZIONE LIBRERIA
FA48
PiffipoffiPiffipoffi wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)
00
scambiabile ottime condizioni
scambiabile ottime condizioni