L'allieva
by Alessia Gazzola
(*)(*)(*)(*)( )(2,953)
Alice Allevi è una giovane specializzanda in medicina legale. Ha ancora tanto da imparare e sa di essere un po' distratta, spesso sbadata. Ma di una cosa è sicura: ama il suo lavoro. Anche se l'istituto in cui lo svolge è un vero e proprio santuario delle umiliazioni. E anche se i suoi superiori non la ritengono tagliata per quel mestiere. Alice resiste a tutto, incoraggiata dall'affetto delle amiche, dalla carica vitale della sua coinquilina giapponese, Yukino, e dal rapporto di stima, spesso non ricambiata, che la lega a Claudio, suo collega e superiore (e forse qualcosa di più). Fino all'omicidio. Per un medico legale, un sopralluogo sulla scena del crimine è routine, un omicidio è parte del lavoro quotidiano. Ma non questa volta. Stavolta, quando Alice entra in quel lussuoso appartamento romano e vede il cadavere della ragazza disteso ai suoi piedi, la testa circondata da un'aureola di sangue, capisce che quello non sarà un caso come gli altri. Perchè stavolta conosce la vittima.

All Reviews

619 + 30 in other languages
wrote a review
00
Mariarita MarchettiMariarita Marchetti wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
BeatrixBeatrix wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
ciaccazaniciaccazani wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
BisleyBisley wrote a review
05
(*)(*)(*)( )( )
Una sola recensione per tutti i libri della serie
I libri della serie “l'Allieva” me li sono letti tutti in un recente periodo di convalescenza (pertanto troverete questa recensione sotto ogni libro della serie). Rispondevano perfettamente alle mie esigenze del momento: una lettura leggera, scorrevole, belle trame intricate e realistiche per quanto riguarda la componente gialla, intrecci sentimentali a gogò senza cadere nel rosa-polpettone tipo Harmony. Per il personaggio di Alice nutro però dei sentimenti contrastanti, perché se da una parte mi hanno fatto spesso sorridere la sua sfortuna e quel pochino di imbranataggine che caratterizzano il suo percorso di specializzanda, contrapposte al suo impegno, ai suoi sforzi e alla volontà di riuscire a diventate un Medico Legale, dall’altra la sua vita sentimentale ha finito con lo stancarmi: possibile che tutti gli uomini che incontra si innamorino di lei? Manco fosse l’unica donna rimasta sulla terra!!! Puerile vero? Invidia di sicuro!!!! :-) Infatti la “coppia” che più mi è piaciuta in tutta la serie è stata quella che Alice forma col Commissario Calligaris: intuizioni comuni, gioco di squadra, intesa di sguardi e di gesti che portano sempre a risolvere i casi del momento, dando ad Alice più soddisfazioni nel campo investigativo che non in quello di Medicina Legale, almeno fino a quando non raggiunge la specializzazione.
*** stelle a tutti i libri perché sono carini, ma non è difficile trovare di meglio. E anche perché mi ha dato molto fastidio la tanta pubblicità che compare tra le righe.
Devo dire che è stato bello dare ai personaggi i volti degli attori che hanno partecipato alle tre serie della fiction. Peccato che questa sia stata molto riduttiva rispetto ai testi originali.
Comunque una gran bella compagnia in un gran brutto periodo. Sia i libri che la fiction. Ciao CC :-)
E. D'AgosE. D'Agos wrote a review
11
(*)( )( )( )( )
LauraLaura wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)(*)